Sociale
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Sociale

Sociale (452)

Mercoledì, 18 Aprile 2018 12:13

Olimpiadi dell’Amicizia 2018

Scritto da

Giovedì 19 Aprile 2018, dalle ore 09.30 alle ore 12.00, nella splendida Piazza Madonna del Rosario di Guagnano si svolgeranno le Olimpiadi dell’Amicizia 2018 nella specialità “giochi da tavolo” quali scacchi, dama e altri giochi.

Le Olimpiadi sono organizzate dai Consigli Comunali dei Ragazzi/e (CCRR) e dalle Amministrazioni Comunali – Assessorati all’Istruzione - di Carpignano Salentino, Casarano, Castrì, Collepasso, Copertino, Galatina, Gallipoli, Guagnano, Lecce, Martano, Matino, Melendugno, Otranto, Patù, Poggiardo, Ruffano, Soleto, Tricase, Tuglie, Vernole, dall’UNICEF – Comitato Provinciale di Lecce- e dalla Provincia di Lecce.

Le Olimpiadi dell’Amicizia vengono immaginate dai Promotori e dagli Organizzatori come una grande occasione per far incontrare Ragazze e Ragazzi di 70 Comuni del Salento in venti diversi paesi della Provincia. E in tali luoghi consentire loro di esercitare sani momenti di partecipazione attiva e creativa senza alcuna forma di competizione fra di essi. L’obiettivo principale che si vuole perseguire è quello di alimentare in ogni partecipante il sentimento dell’Amicizia, dell’accoglienza, dell’inclusione, in tutte le declinazioni e sfumature.

Nelle Olimpiadi degli adulti i 5 cerchi simboleggiano i 5 Continenti, nelle Olimpiadi dell’Amicizia i

5 cerchi vogliono rappresentare 5 diverse occasioni/modalità di partecipazione gioiosa, attiva e

creativa delle ragazze e dei ragazzi della Scuola Primaria e Secondaria di 1° grado

Alla manifestazione di Guagnano parteciperanno alunni delle scuole Primaria e Secondaria di I° grado dei comuni di Guagnano, Salice Salentino, Veglie e Surbo.

Tra le autorità presenzieranno Giovanna Perrella e Maria Antonietta Rucco, rispettivamente Presidente Comitato Regionale Provinciale UNICEF, la referente CCRR per la scuola Tiziana Marcucci, esperti dell’Associazione Scacchi, tutto il CCRR di Guagnano con il sindaco CCRR Clarissa Malerba, il Sindaco Claudio Maria Sorrento con i Delegati all’Istruzione Manuela Cremis e Salvatore Cremis.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia ha pubblicato i bandi dei concorsi per soli titoli, per l’anno scolastico 2017/2018, per l’accesso ai ruoli provinciali, relativi ai profili professionali delle aree “A” e” B” del Personale A.T.A. (Amministrativo, Tecnico ed Ausiliario) delle scuole statali, ai sensi  dell’art. 554  del D.L.vo n. 297/1994.

Per la provincia di Lecce, si può presentare domanda per i seguenti profili: area “A”, Addetto alle aziende agrarie e Collaboratore scolastico; area “B”, Assistente amministrativo e Assistente tecnico.

Le graduatorie dei predetti concorsi vengono utilizzate per le nomine in ruolo annualmente autorizzate  e per il conferimento, da parte dell'Ufficio Scolastico Provinciale, delle supplenze annuali, sino al 31 agosto, e delle supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche, fino al 30 giugno. Gli inclusi nelle graduatorie hanno, inoltre, titolo a essere collocati nella 1^ fascia   delle corrispondenti graduatorie delle  scuole per il conferimento, con priorità, delle supplenze  brevi di competenza del dirigente scolastico.

Il termine per la presentazione della domanda, di inclusione o di aggiornamento del punteggio, all'Ufficio Scolastico Provinciale competente, scade il prossimo 19 aprile 2018.

Per chiedere l'inclusione nelle graduatorie occorrono il titolo di studio previsto e 24 mesi di servizio (sono valutati 24 mesi anche 23 mesi e 16 giorni) anche non continuativo, su posto del profilo professionale per cui si concorre o di profilo professionale immediatamente superiore, prestato in scuola statale.

Per chiedere l'inclusione va utilizzato il modello “B1”, mentre per l'aggiornamento della propria posizione d'inclusione il modello “B2”. Per dichiarare la rinuncia ad eventuali contratti di lavoro a tempo determinato occorre produrre il modello “F”. Coloro che, trovandosi nelle situazioni normativamente previste, chiedono di fruire della priorità nella scelta della sede ai sensi della legge n,104/1992, devono presentare il modello “H”. Tutti questi modelli sono scaricabili dal sito Internet del M.I.U.R. E vanno presentati in formato cartaceo.

Per l'elencazione delle scuole in cui si chiede l'inserimento nelle graduatorie delle supplenze brevi per il prossimo anno scolastico va compilato il modello “G”. Questo modello,però, non va presentato adesso insieme agli altri. Sarà presentato per via telematica con la procedura delle “Istanze on line”, secondo le disposizioni e con la scadenza che saranno stabilite con successiva nota ministeriale.

Per l'aggiornamento della propria posizione, da parte di coloro che sono già inclusi,vanno dichiarati i nuovi titoli di cultura e di servizio, valutabili, non dichiarati in precedenza e conseguiti entro il termine di scadenza della domanda.

Chi  produce il modello di aggiornamento,” B2”, deve tenere presente che le dichiarazioni  relative a titoli di riserva, a titoli di preferenza (limitatamente alle lettere M, N, O, R e S) nonché le dichiarazioni concernenti l’attribuzione della priorità nella scelta della sede, ai sensi della legge n. 104/1992, devono essere necessariamente riformulate nella domanda di aggiornamento, in quanto essendo situazioni soggette a scadenza, se non riconfermate, non si intendono più possedute.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

GIOVEDÌ 22 marzo 2018 si terrà presso il Centro Polifunzionale "Padre Benigno Perrone" Via P. Leone a Salice Salentino, un convegno organizzato da AMNIL e CONFARTIGIANATO IMPRESE SALICE, sulla sicurezza sul lavoro tra obblighi e responsabilità.

Dopo i saluti del Sindaco seguiranno gli interventi di Cosimo Moscagiuri V. Presidente provinciale Amnil Lecce, Gianpiero Manno fiduciario Confartigianato Imprese Salice, Giuseppe Negro Segretario Generale Provinciale Confartigianato Imprese Lecce e chiude Antonio Corvaglia Presidente provinciale Amnil Lecce.


Importante occasione per sollecitare una giusta e doverosa attenzione della comunità degli addetti sulle problematiche del settore della sicurezza che stenta ancora di essere “centrale” sull'attività produttiva.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Si terrà venerdì 16 marzo alle ore 17.30 un pubblico incontro presso il Centro Polifunzionale di Salice Salentino che affronterà il tema "AUTISMO dalla conoscenza alla consapevolezza presupposti per una vera inclusione sociale".

Sono davvero tante le inesattezze, i luoghi comuni e le vere e proprie sciocchezze sul Disturbo Autistico.
Aiutare i bambini con autismo a realizzare i propri progetti di vita e a diventare adulti autonomi e socialmente integrati, pensando ad un futuro di vita indipendente . E’ questo il focus del convegno che si terrà domani a Salice Salentino presso il Centro Polifunzionale.

Un tema importante quanto vasto quello che l'Amministrazione comunale, insieme all'Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (ANGSA), ha deciso di affrontare e trattare nelle sue varie sfaccettature.
"Come amministrazione abbiamo deciso di aderire alla campagna light blue promossa dall'associazione angsa di Lecce non solo illuminando il palazzo municipale in occasione del 2 aprile, quale giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo, ma organizzando questo importante evento. L'incontro di venerdì vuole accendere un riflettore su tutte quelle realtà che molto spesso rimangono marginali ed essere da stimolo per creare presupposti di vera integrazione sociale. Sull'autismo esiste la legge 134/2015 che pone gli interventi socio sanitari rivolti all'autismo nei livelli essenziali di assistenza, e a livello regionale abbiamo il regolamento 9/2016." sostiene l'Assessore alle Politiche Sociali Paola Galizia "A fronte di questo corredo legislativo di fatto sul nostro territorio non abbiamo un centro territoriale per l'autismo. Per questo è auspicabile che in sede di riprogrammazione infrastrutturale dei servizi rivolti alla disabilità si concentrino maggiori attenzioni a tali specifici interventi così come prevedere figure professionali specialistiche nei bandi di gara per l'affidamento del servizio di integrazione scolastica.Forme associazionistiche come l'angsa rappresentano un supporto per chi il mondo dell'autismo lo conosce da vicino ma sono anche da guida per discutere di inclusione sociale e formazione"
Apre la serata il Sindaco Tonino Rosato che dopo aver posto effettuato i saluti istituzionali passa la parola alla Presidente della Provincia di Lecce ANGSA, Luciana Zecca.

Ad affrontare il tema da un punto di vista medico sono le dottoresse Francesca Panico ( psicologa - psicoterapeuta ) e Claudia Nuzzaci ( psicologa - psicoterapeuta ). A seguire si avranno gli interventi della Prof.ssa Maria Danila Toma, Dottore di  Ricerca in Pedagogia dello Sviluppo presso l'Università del Salento e Presidente dell'Associazione "Performare", e di Laura D'Amone, Docente presso l'istituto comprensivo di Salice Salentino.Durante la serata saranno oltretutto esposti i disegni di Diego Sticchi.

Media Partner della serata la testata giornalistica "Salic'è, L'espressino Quotidiano"

 

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Si terrà venerdì 16 marzo alle ore 17.30 un pubblico incontro presso il Centro Polifunzionale di Salice Salentino che affronterà il tema "AUTISMO dalla conoscenza alla consapevolezza presupposti per una vera inclusione sociale".Un tema importante quanto vasto quello che l'Amministrazione comunale, insieme all'Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (ANGSA), ha deciso di affrontare e trattare nelle sue varie sfaccettature.Apre la serata il Sindaco Tonino Rosato che dopo aver posto effettuato i saluti istituzionali passa la parola alla Presidente della Provincia di Lecce ANGSA, Luciana Zecca.Ad affrontare il tema da un punto di vista medico sono le dottoresse Francesca Panico ( psicologa - psicoterapeuta ) e Claudia Nuzzaci ( psicologa - psicoterapeuta ). A seguire si avranno gli interventi della Prof.ssa Maria Danila Toma, Dottore di  Ricerca in Pedagogia dello Sviluppo presso l'Università del Salento e Presidente dell'Associazione "Performare", e di Laura D'Amone, Docente presso l'istituto comprensivo di Salice Salentino.Durante la serata saranno oltretutto esposti i disegni di Diego Sticchi.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Dal 13 gennaio 2018 sono entrate in vigore le nuove norme sullo svolgimento delle visite fiscali dei dipendenti pubblici, in attuazione della “Riforma Madia”, secondo le disposizioni  del decreto n. 206 del 17 ottobre 2017 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica.

Il predetto decreto è stato preceduto  dal decreto legislativo n. 75 del 27 maggio 2017 con cui è stata data attuazione, a decorrere dal  1 settembre 1917, al “Polo unico per le visite fiscali”, attribuendo  all’INPS l’esclusiva competenza all’effettuazione delle visite mediche di controllo, sia su richiesta da parte delle amministrazioni pubbliche sia, d’ufficio, dallo stesso INPS.

Non ha trovato attuazione,invece, nonostante sia stata più volte preannunciata, l’armonizzazione delle fasce orarie di reperibilità, durante le quali vengono effettuate le visite mediche di controllo domiciliari, per  i settori  pubblico e privato, che sono, pertanto, rimaste quelle, differenti, vigenti.

Fasce orarie di reperibilità : dipendenti pubblici, dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,00, per complessive 7 ore; dipendenti privati: dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle 17,00 alle 19,00, per complessive  4 ore.

Richiesta della visita di controllo

La richiesta può essere inoltrata dal datore di lavoro pubblico sin dal primo giorno di assenza dal servizio per malattia del dipendente, mediante l’utilizzo del canale telematico messo a disposizione dall’INPS.

La visita può essere disposta – e questa è una novità in senso assoluto – anche su iniziativa dell’INPS stesso.

Le visite possono essere effettuate con cadenza “sistematica e ripetitiva”, il che significa che, per uno stesso periodo di assenza per malattia, la visita fiscale può essere ripetuta in giornate diverse  ed anche nella stessa giornata, compresi i giorni festivi e non lavorativi. La visita fiscale è d’obbligo quando l’assenza sia immediatamente successiva, o precedente, al weekend, alle ferie o ad un giorno di riposo.

Esclusioni dall’obbligo di reperibilità durante le fasce orarie

Non sono obbligati a rispettare le fasce orarie di reperibilità i dipendenti  la cui assenza per malattia sia riconducibile ad una delle seguenti circostanze: 1)patologie gravi che richiedono terapie salvavita; 2)causa di servizio riconosciuta con ascrivibilità della menomazione, unica o plurima, alle prime tre categorie della tabella “A” o alle patologie rientranti nella tabella “E” del D.P.R. 30 dicembre 1981, n.834; 3)stati patologici sottesi o   connessi alla situazione di invalidità, riconosciuta, superiore al 67%.

Verbale di visita fiscale

Il medico di controllo è tenuto a redigere il verbale contenente la valutazione medico legale circa la capacità o incapacità al lavoro riscontrata. Se il lavoratore non accetta l’esito della visita fiscale deve eccepire il dissenso seduta stante; il medico prende nota sul verbale del dissenso manifestato, che deve essere sottoscritto dal dipendente, e invita l’interessato a sottoporsi a visita fiscale, nel primo giorno utile, presso l’ufficio medico-legale dell’INPS competente per territorio, per il giudizio definitivo.

Rientro anticipato al lavoro

Nel caso si verifichi una guarigione anticipata, rispetto al periodo di prognosi indicato inizialmente nel certificato di malattia, perché sia possibile la ripresa dell’attività lavorativa, il dipendente deve richiedere e presentare al datore di lavoro un certificato sostitutivo. Questo deve, però, essere rilasciato dallo stesso medico che ha redatto la certificazione di malattia, ancora in corso di prognosi, oppure da altro medico, in caso di assenza o impedimento del primo.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Le Olimpiadi dell’Amicizia sono state promosse dai 70 Consigli Comunali dei Ragazzi/e (CCRR) che hanno partecipato al 9° Raduno Provinciale dei CCRR, dall’UNICEF Comitato Provinciale di Lecce) e dalla Provincia di Lecce.

Le Olimpiadi 2018 sono organizzate dai Consigli Comunali dei Ragazzi/e (CCRR) e dai Consigli Comunali degli Adulti di Carpignano Salentino, Casarano, Castrì, Collepasso, Copertino, Galatina, Gallipoli, Guagnano, Lecce, Martano, Matino, Melendugno, Otranto, Patù, Poggiardo, Ruffano, Soleto, Tricase, Tuglie, Vernole, dall’UNICEF – Comitato Provinciale di Lecce- e dalla Provincia di Lecce.

Le Olimpiadi dell’Amicizia vengono immaginate dai Promotori e dagli Organizzatori come una grande occasione per far incontrare Ragazze e Ragazzi di 70 Comuni del Salento in venti diversi paesi della Provincia. E in tali luoghi consentire loro di esercitare sani momenti di partecipazione attiva e creativa senza alcuna forma di competizione fra di essi. L’obiettivo principale che si vuole perseguire è quello di alimentare in ogni partecipante il sentimento dell’Amicizia, dell’accoglienza, dell’inclusione, in tutte le declinazioni e sfumature.

Le occasioni di partecipazione attiva e giocosa sono le seguenti: - Giochi: Lecce (10/04), Tuglie (14/04), Soleto (16/04), Vernole (17/04), Copertino (19/04); - Giochi da tavolo: Otranto (13/04), Galatina (16/04), Guagnano (19/04); -Orienteering: Carpignano (11/04), Casarano (12/04), Gallipoli (14/04), Melendugno (17/04), Matino (20/04); -Grafica reativa: Martano (11/04), Collepasso (12/04), Poggiardo (13/04), Patù (18/04), Ruffano(20/04); - Musica: Castrì (17/04), Tricase (18/04).

E’inoltre prevista una manifestazione conclusiva delle Olimpiadi, che si svolgerà nel Comune di Carmiano. In tale occasione sarà fatta una sintesi di tutta l’attività svolta e verrà riconosciuto ufficialmente l’impegno dei Consigli Comunali dei Ragazzi (CCRR) organizzatori delle Olimpiadi. Le varie rappresentanze dei Comuni potranno consegnare all’ UNICEF il ricavato delle donazioni ricevute nelle giornate in cui si sono svolte le Olimpiadi.

Possono partecipare Ragazze e i Ragazzi della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di 1° grado dei Comuni che hanno il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze (CCRR) o che sono in procinto di costituirlo.

E’ prevista la possibilità che la stessa Scuola possa essere presente e partecipare anche a più sedi che organizzano la stessa attività, magari con gruppi diversi di studenti.

L’iscrizione alle Olimpiadi risulterà regolare se l’allegata Scheda di Partecipazione (una o più a seconda delle preferenze) sarà debitamente compilata e controfirmata dal Dirigente Scolastico e inviata via fax o via e-mail al Sindaco dei Ragazzi del Comune organizzatore entro il 15 marzo 2018.

Il bando completo ed il modulo di adesione sono disponibili sul sitowww.comune.guagnano.le.it

Esprimono soddisfazione tutto il CCRR di Guagnano ed il sindaco CCRR Clarissa Malerba, la referente UNICEF per la Scuola Tiziana Marcucci ed i Delegati Comunali all'Istruzione e Sport Salvatore Cremis e Manuela Cremis.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi giorni di tempo per iscrivere gli alunni alle scuole, di ogni ordine e grado, per il prossimo anno scolastico 2018/2019.

Il termine scade, infatti, alle ore 20 del 6 febbraio 2018.

La procedura è on line, previa registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it., per l’iscrizione alle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado, statali. Per la scuola dell’infanzia la domanda va presentata con la procedura cartacea.

E’ facoltativa, come in passato, l’adesione delle scuole paritarie alla modalità on line.

 

Scuola dell’infanzia

 

Possono essere iscritti bambine e bambini che compiono i tre anni di età entro il 31 dicembre 2018, con priorità. Possono, inoltre, a richiesta dei genitori, essere iscritti bambine e bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2019. Anche in caso di disponibilità di posti, non è consentita l’iscrizione alla scuola dell’infanzia per quelli che compiono i tre anni dei età dopo il 30 aprile 2019.

 

Scuola primaria

Alla prima classe della scuola primaria possono essere iscritti le bambine e i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2018. Possono essere iscritti anche coloro che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2018, ma comunque entro il 30 aprile 2019. Pur in  presenza di disponibilità di posti, non è possibile l’iscrizione alla prima classe per chi compie i sei anni dopo il 30 aprile 2019.

Al momento della compilazione della domanda, i genitori possono indicare, in subordine rispetto alla scuola, cui viene indirizzata la domanda, che costituisce la loro prima scelta, fino ad un massimo di altre due scuole di proprio gradimento, come seconda e terza opzione.

Nella domanda i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale (24 ore; 27 ore; fino a 30 ore; 40 ore, tempo pieno). Le ultime due opzioni possono essere accolte subordinatamente all’esistenza di risorse di organico ed alla disponibilità di adeguati servizi.

 

Scuola secondaria di I grado

Alla prima classe della scuola secondaria di primo grado possono essere iscritti gli alunni che abbiano conseguito o prevedano di conseguire l’ammissione o l’idoneità a tale classe. Nella domanda va espressa la preferenza rispetto alle articolazioni dell’orario settimanale: 30 ore; 36 ore elevabili fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee a consentire l’obbligatorio svolgimento di attività didattiche in fasce orarie pomeridiane.

 

Scuola secondaria di II grado

Possono essere iscritti alla prima classe della scuola secondaria di secondo grado gli alunni che abbiano conseguito o prevedano di conseguire il titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Ai fini dell’iscrizione assume una rilevanza peculiare il “consiglio orientativo” espresso dal Consiglio della terza classe della scuola secondaria di primo grado.

 

Prime classi dei percorsi quadriennali

 

Dall’anno scolastico 2018/2019 sarà possibile scegliere anche uno dei cento percorsi sperimentali, attivati in altrettante prime classi di licei e istituti tecnici, con la conclusione del percorso di studi in quattro anni.          

 

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Venerdì, 26 Gennaio 2018 11:27

A QUALCUNO NON INTERESSA LA VERITA’

Scritto da

23 gennaio 2018 – In queste ultime ore si è assistito a un festival della confusione, che ha visto coinvolto lo stabilimento Colacem di Galatina. Comprendiamo l’avvicinarsi del confronto elettorale, ma questo non giustifica le parole in libertà lanciate in aria come coriandoli e completamente slegate dalla verità dei fatti.

Alcuni soggetti si muovono con l’obiettivo di racimolare qualche facile consenso, affrontando con evidente incompetenza argomenti tecnici, legali, normativi e quant’altro. Usano linguaggi impropri e privi di rispetto per il lavoro di tante persone che ogni giorno si impegnano con onestà, serietà e professionalità.

La Colacem di Galatina appartiene a un Gruppo aziendale che da cinquant’anni opera nel settore cementiero in Italia e all’estero, con impianti e soprattutto maestranze di assoluta qualità. Svolge la propria attività in modo rigoroso e trasparente, favorendo la crescita di quella buona cultura d’impresa utile allo sviluppo dei Paesi in cui è presente.

L’azienda rimane a disposizione delle istituzioni, di tutti gli enti che professionalmente svolgono un importante ruolo di controllo per il pieno rispetto delle leggi e non si fa intimorire da minacce prive di fondamento.

Colacem pone da sempre sullo stesso piano produzione, qualità di prodotti e servizi, rispetto dell’ambiente, sicurezza del lavoro, considerandoli cardini di un modello di business sostenibile. Quello che è stato definito “gigantesco e vetusto opificio insalubre” è in realtà uno degli stabilimenti più avanzati e moderni d’Europa e continua a essere oggetto di investimenti per mantenere questo stato di eccellenza.

Colacem è aperta al confronto e alla discussione, ma su basi corrette, fondate e professionali, nel pieno rispetto di tutte le regole e delle normative vigenti.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Grande entusiasmo e coinvolgimento nella sala del Centro Polifunzionale dove lo scorso 12 Gennaio alla presenza del Sindaco, degli Amministratori Comunali, del corpo docente, del Comandante dei Vigili, delle due Presidenti, regionale e provinciale, dell’UNICEF e dei ragazzi della scuola primaria e secondaria si è proceduto alla elezione del Sindaco Baby tra gli alunni eletti nella scuola media, mentre tra quelli eletti nella primaria è stato scelto il Vicesindaco.

Dopo le votazioni tra i consiglieri eletti è stata proclamata Miriam Gravili come Baby Sindaco del Consiglio dei Ragazzi che si presenta a tutti:

“Sono una ragazza solare e volenterosa, mi piace mettere il massimo impegno nelle cose che faccio. Il dibattito e il confronto mi appassionano molto e sono interessata allo scambio di opinioni, idee e all’interazione con le persone. Trovo stimolante osservare gli adulti e interessarmi al loro mondo che un giorno sarà il nostro. Credo che quest’esperienza nel CCReR sia un’ottima opportunità di crescita.”

Eletto invece come Vice Sindaco Baby Francesco Gravili, fratello del Sindaco Miriam Gravili.

Di seguito la lista dei consiglieri eletti.

Per la scuola Secondaria di 1° grado sono: Rapanà Martina, Papa Enzo, Russo Christian, Simmini Luvi, Corigliano Giulia, Spagnolo Matteo.

Per la scuola Primaria, De Maggio Filippo, Rosato Elena, Spagnolo Gabriele Giuseppe, Faggiano Sara e Vitale Emanuele.
Nella stessa giornata di mercoledì si sono svolte anche le elezioni dei Vigili Urbani tra le classi quarte della primaria.
Eletti sono Ceino Sofia, Iazzi Asia, Fina Michele e Verdesca Jacopo.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 1 di 33

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi327
Ieri730
Questa Sett.1442
Questo Mese8733
Totale1430217

Giovedì, 19 Aprile 2018 22:59

Chi è on line

Abbiamo 103 visitatori e nessun utente online