Sociale
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Sociale

Sociale (445)

Ultimi giorni di tempo per iscrivere gli alunni alle scuole, di ogni ordine e grado, per il prossimo anno scolastico 2018/2019.

Il termine scade, infatti, alle ore 20 del 6 febbraio 2018.

La procedura è on line, previa registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it., per l’iscrizione alle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado, statali. Per la scuola dell’infanzia la domanda va presentata con la procedura cartacea.

E’ facoltativa, come in passato, l’adesione delle scuole paritarie alla modalità on line.

 

Scuola dell’infanzia

 

Possono essere iscritti bambine e bambini che compiono i tre anni di età entro il 31 dicembre 2018, con priorità. Possono, inoltre, a richiesta dei genitori, essere iscritti bambine e bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2019. Anche in caso di disponibilità di posti, non è consentita l’iscrizione alla scuola dell’infanzia per quelli che compiono i tre anni dei età dopo il 30 aprile 2019.

 

Scuola primaria

Alla prima classe della scuola primaria possono essere iscritti le bambine e i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2018. Possono essere iscritti anche coloro che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2018, ma comunque entro il 30 aprile 2019. Pur in  presenza di disponibilità di posti, non è possibile l’iscrizione alla prima classe per chi compie i sei anni dopo il 30 aprile 2019.

Al momento della compilazione della domanda, i genitori possono indicare, in subordine rispetto alla scuola, cui viene indirizzata la domanda, che costituisce la loro prima scelta, fino ad un massimo di altre due scuole di proprio gradimento, come seconda e terza opzione.

Nella domanda i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale (24 ore; 27 ore; fino a 30 ore; 40 ore, tempo pieno). Le ultime due opzioni possono essere accolte subordinatamente all’esistenza di risorse di organico ed alla disponibilità di adeguati servizi.

 

Scuola secondaria di I grado

Alla prima classe della scuola secondaria di primo grado possono essere iscritti gli alunni che abbiano conseguito o prevedano di conseguire l’ammissione o l’idoneità a tale classe. Nella domanda va espressa la preferenza rispetto alle articolazioni dell’orario settimanale: 30 ore; 36 ore elevabili fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee a consentire l’obbligatorio svolgimento di attività didattiche in fasce orarie pomeridiane.

 

Scuola secondaria di II grado

Possono essere iscritti alla prima classe della scuola secondaria di secondo grado gli alunni che abbiano conseguito o prevedano di conseguire il titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Ai fini dell’iscrizione assume una rilevanza peculiare il “consiglio orientativo” espresso dal Consiglio della terza classe della scuola secondaria di primo grado.

 

Prime classi dei percorsi quadriennali

 

Dall’anno scolastico 2018/2019 sarà possibile scegliere anche uno dei cento percorsi sperimentali, attivati in altrettante prime classi di licei e istituti tecnici, con la conclusione del percorso di studi in quattro anni.          

 

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Venerdì, 26 Gennaio 2018 11:27

A QUALCUNO NON INTERESSA LA VERITA’

Scritto da

23 gennaio 2018 – In queste ultime ore si è assistito a un festival della confusione, che ha visto coinvolto lo stabilimento Colacem di Galatina. Comprendiamo l’avvicinarsi del confronto elettorale, ma questo non giustifica le parole in libertà lanciate in aria come coriandoli e completamente slegate dalla verità dei fatti.

Alcuni soggetti si muovono con l’obiettivo di racimolare qualche facile consenso, affrontando con evidente incompetenza argomenti tecnici, legali, normativi e quant’altro. Usano linguaggi impropri e privi di rispetto per il lavoro di tante persone che ogni giorno si impegnano con onestà, serietà e professionalità.

La Colacem di Galatina appartiene a un Gruppo aziendale che da cinquant’anni opera nel settore cementiero in Italia e all’estero, con impianti e soprattutto maestranze di assoluta qualità. Svolge la propria attività in modo rigoroso e trasparente, favorendo la crescita di quella buona cultura d’impresa utile allo sviluppo dei Paesi in cui è presente.

L’azienda rimane a disposizione delle istituzioni, di tutti gli enti che professionalmente svolgono un importante ruolo di controllo per il pieno rispetto delle leggi e non si fa intimorire da minacce prive di fondamento.

Colacem pone da sempre sullo stesso piano produzione, qualità di prodotti e servizi, rispetto dell’ambiente, sicurezza del lavoro, considerandoli cardini di un modello di business sostenibile. Quello che è stato definito “gigantesco e vetusto opificio insalubre” è in realtà uno degli stabilimenti più avanzati e moderni d’Europa e continua a essere oggetto di investimenti per mantenere questo stato di eccellenza.

Colacem è aperta al confronto e alla discussione, ma su basi corrette, fondate e professionali, nel pieno rispetto di tutte le regole e delle normative vigenti.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Grande entusiasmo e coinvolgimento nella sala del Centro Polifunzionale dove lo scorso 12 Gennaio alla presenza del Sindaco, degli Amministratori Comunali, del corpo docente, del Comandante dei Vigili, delle due Presidenti, regionale e provinciale, dell’UNICEF e dei ragazzi della scuola primaria e secondaria si è proceduto alla elezione del Sindaco Baby tra gli alunni eletti nella scuola media, mentre tra quelli eletti nella primaria è stato scelto il Vicesindaco.

Dopo le votazioni tra i consiglieri eletti è stata proclamata Miriam Gravili come Baby Sindaco del Consiglio dei Ragazzi che si presenta a tutti:

“Sono una ragazza solare e volenterosa, mi piace mettere il massimo impegno nelle cose che faccio. Il dibattito e il confronto mi appassionano molto e sono interessata allo scambio di opinioni, idee e all’interazione con le persone. Trovo stimolante osservare gli adulti e interessarmi al loro mondo che un giorno sarà il nostro. Credo che quest’esperienza nel CCReR sia un’ottima opportunità di crescita.”

Eletto invece come Vice Sindaco Baby Francesco Gravili, fratello del Sindaco Miriam Gravili.

Di seguito la lista dei consiglieri eletti.

Per la scuola Secondaria di 1° grado sono: Rapanà Martina, Papa Enzo, Russo Christian, Simmini Luvi, Corigliano Giulia, Spagnolo Matteo.

Per la scuola Primaria, De Maggio Filippo, Rosato Elena, Spagnolo Gabriele Giuseppe, Faggiano Sara e Vitale Emanuele.
Nella stessa giornata di mercoledì si sono svolte anche le elezioni dei Vigili Urbani tra le classi quarte della primaria.
Eletti sono Ceino Sofia, Iazzi Asia, Fina Michele e Verdesca Jacopo.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Lunedì, 15 Gennaio 2018 09:39

Reddito di Inclusione, se ne parla oggi a Guagnano

Scritto da

Lunedì 15 Gennaio alle ore 18.00 presso la Sala Consiliare "Aldo Moro" di Guagnano, il Delegato alle Politiche Sociali, Cons. Salvatore Cremis, illustrerà il REI, Reddito di Inclusione, ovvero la nuova misura a sostegno delle categorie economicamente svantaggiate.

Saranno approfonditi i benefici, le modalità per le richieste, i beneficiari.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Mercoledì, 10 Gennaio 2018 11:01

Salice Salentino: “Mi Aiuti Tu?"

Scritto da
Salice Salentino - Continua la campagna di sensibilizzazione sociale promossa dall'Amministrazione di Salice Salentino che oggi si propone di informare i cittadini in merito ad un tema molto delicato:  il maltrattamento e l'abuso di infanzia.
Promozione della tutela dei più piccoli contro prepotenze, raggiri, prevaricazioni, abusi e maltrattamenti, contro quella violenza che a volte non si vede ma si sente.
Oggi, alle ore 17.30, presso il Centro Polifunzionale il primo degli otto incontri di sensibilizzazione sulla prevenzione del maltrattamento e abuso all’infanzia.
 “Mi Aiuti Tu?la tutela ed il benessere dei bambini compito di noi adulti” è il titolo del percorso promosso dalla cooperativa sociale “L’Aurora” di Lecce quale ente gestore del Centro per la Famiglia dell’Ambito Territoriale di Campi Salentina, che prevede una serie di incontri di sensibilizzazione presso tutti i Comuni dell’Ambito.
All’incontro interverranno il Sindaco Tonino Rosato e l’Assessore alla Politiche Sociali Paola Galizia, relazioneranno la psicologa-psicoterapeuta Dott.ssa Laura Bisconti e la pedagogista Dott. Adelaide De Rubertis della Cooperativa Sociale “L’Aurora” onlus.
Quattro saranno, invece, gli appuntamenti del corso di formazione sui minori vittime di violenza, della durata di 3 ore ciascuno, destinato a insegnanti e operatori sociali (assistente sociali, psicologi, pedagogisti, educatori, ecc) che si svolgerà sempre nel Centro Polifunzionale di Salice Salentino, nei mesi tra Gennaio e Marzo, condotti dall'equipe multidisciplinare abuso e maltrattamento e il Centro per la famiglia  dell'Ambito di Campi S.na. 
"Il fenomeno dell’abuso all’infanzia è trasversale: è presente in tutti i livelli socio-economici e culturali e con varie tipologie che vanno dalla trascuratezza, all'abuso fisico e sessuale fino ad arrivare allo sfruttamento commerciale." dichiara l'assessore alle Politiche Sociali Paola Galizia "Appare necessario quindi conoscere il fenomeno e soprattutto saper riconoscere i segnali di un maltrattamento a danno di un bambino. Come amministrazione sin da subito ci siamo mostrati attenti alla prevenzione del fenomeno della violenza di genere e ci sembra prioritario diffondere informazioni corrette, promuovere percorsi di sensibilizzare e coinvolgere tutte le istituzioni educative deputate alla formazione, alla educazione  e alla sana crescita dei ragazzi."

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

I PILOTI DEL 61 STORMO INCONTRANO I PICCOLI PAZIENTI IN OSPEDALE 3Il contributo del personale dell'Aeroporto Militare salentino attraverso iniziative di beneficenza per i reparti di oncologia pediatrica

Il clima natalizio di questi giorni ha fatto da cornice alle iniziative di solidarietà portate avanti dal 61° Stormo, la scuola di volo dell’Aeronautica Militare con sede sull’aeroporto di Galatina. Proprio durante il tradizionale scambio di auguri per le imminenti festività, il Col. pilota Luigi Casali, comandante della base aerea salentina, ha donato, a nome di tutto il personale dell’aeroporto, il ricavato delle attività benefiche organizzate nel corso del 2017.

Quest’anno le somme raccolte sono confluite nell’acquisto di strumentazioni necessarie ai reparti di oncologia pediatrica degli ospedali “Vito Fazzi” di Lecce  e “Cardinal Panico” di Tricase; a ritirare la beneficenza, rispettivamente la dott.ssa Assunta Tornesello, medico a Lecce, e Suor Margherita Bramato, direttore generale dell’ospedale di Tricase.

Inoltre una parte del ricavato è stata destinata al progetto “Bimbulanza”, l’ambulanza colorata e corredata di giochi, adibita al trasporto di bambini che hanno bisogno di cure e devono essere trasportati, spesso per lunghi tragitti.

Un valore aggiunto alla solidarietà è stato dato dalla inaspettata visita ai due nosocomi di alcuni piloti, non solo italiani, dei “gruppi volo” dello Stormo: si può immaginare la sorpresa dei piccoli pazienti nel vedere entrare in corsia i piloti in tuta da volo e casco. Uno degli istruttori stranieri, al termine della visita, ha confidato “poter regalare anche solo pochi minuti di spensieratezza a questi piccoli eroi è stato il regalo più grande che potevo ricevere per Natale”.

Il Colonnello Casali non ha potuto fare a meno di esprimere la propria riconoscenza nei riguardi del personale militare e civile della Base. “Grazie alla vostra generosità e al vostro altruismo – ha dichiarato durante lo scambio di auguri - è stato possibile raccogliere fondi da destinare in beneficienza e riuscire così a dare un aiuto significativo a chi quotidianamente si impegna per aiutare chi soffre”.

Il 61° Stormo di Galatina è una “Scuola di Volo” che dipende dal Comando Scuole Aeronautica Militare di Bari. I sistemi addestrativi impiegati, tra i più all’avanguardia al mondo, e le esperienze e le capacità di cui è depositario, anche nell’addestramento di personale straniero, fanno dell’aeroporto salentino un riconosciuto centro di eccellenza nel comparto dell’addestramento al volo avanzato. Attualmente il 61° Stormo è l’unica scuola di volo in Italia a rilasciare il “brevetto di pilota militare” agli allievi destinati a pilotare velivoli “fighters” ed ospita piloti provenienti da ben nove diversi Stati.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Martedì, 19 Dicembre 2017 15:33

Guagnano: “SPORT SI” ANNO SPORTIVO 2016/2017

Scritto da

L'Assessorato allo Sport del Comune di Guagnano promuove lo sport  incentivando con un contributo le famiglie con un basso ISEE che hanno  figli minorenni che frequentano attività sportive.

Le risorse stanziate sono pari a € 1.750,00.

I requisiti per l’accesso al beneficio, che devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda, sono:

 

  • residenza nel Comune di Guagnano da almeno un anno;
  • presenza nel nucleo familiare di figlio/a minorenne frequentante nell’anno sportivo 2016/2017 ovvero nel periodo compreso tra il 1° Settembre 2016 ed il 30 Giugno 2017, attività sportive (calcio, nuoto, tennis, danza, arti marziali, equitazione, ecc.) presso Società sportive affiliate ad una Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta CONI o presso Associazioni sportive aderenti o riconducibili ad Enti di Promozione Sportiva;
  • ISEE in corso di validità non superiore ad € 7.500,00;

 

.La misura del contributo erogabile è rapportata al parametro ISEE come di seguito individuato:

 

  • ISEE da 0 a 3.500,00 copertura della spesa sostenuta nella misura del 50% e fino ad un massimo di € 150,00;
  • ISEE da 3.501,00 a 7.500,00 copertura della spesa sostenuta nella misura del 30% e fino ad un massimo di € 100,00;Alla scadenza del termine stabilito si procederà all’istruttoria delle istanze pervenute e verrà redatta una graduatoria, formulata secondo l’ISEE, con precedenza alle richieste che presentano l’ISEE più basso, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, pari ad € 1.750,00.
  • In caso di parità di ISEE si darà precedenza al nucleo familiare con maggior numero di figli, in caso di identica posizione, si procederà in ordine alla data di arrivo della domanda al protocollo.
  • In ogni caso l’importo massimo erogabile non potrà superare la spesa totale sostenuta dalla famiglia.

 

La domanda per la concessione del beneficio deve essere presentata da uno dei due genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, entro il 15 Gennaio 2018, presso l’Ufficio Protocollo del Comune – Piazza Madonna del Rosario.

Il bando e il modulo di domanda, possono essere scaricati dal sito internet www.comune.guagnano.it  “bandi e avvisi di gara” o ritirarli presso l’Ufficio Servizi Sociali in via Emilia Romagna angolo via Lazio (Poliambulatorio).

Alla domanda deve essere allegato, a pena di esclusione:

 

  • copia della/e ricevuta/e di pagamento dei costi di frequenza all’attività sportiva;
  • copia del documento di identità in corso di validità

 

Commentano i Delegati allo Sport Salvatore Cremis e Manuela Cremis : soddisfazione in quanto per la prima volta si aiutano le famiglie in disagio economico per sostenere la pratica dello sport per figli minorenni.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

(comunicazione Assessorato Istruzione)

L'Assessorato all'Istruzione del Comune di Guagnano, ha destinato risorse comunali pari ad € 2.500,00 per l’intervento facilitazioni di viaggio, riservato agli alunni pendolari che nell’anno scolastico 2016/2017, hanno frequentato la scuola secondaria di 1° o 2° grado, ubicata al di fuori del territorio comunale, integrando il contributo regionale assegnato dalla Regione Puglia pari ad € 2.400,00.

Per accedere al beneficio occorre avere i seguenti requisiti:

  • residenza nel Comune di Guagnano;
  • studente pendolare frequentante nell’anno scolastico 2016/2017, la Scuola Secondaria di 1° o 2° Grado, ubicata al di fuori del territorio del Comune di Guagnano;
  • ISEE del nucleo familiare pari o inferiore ad € 10.632,94;
  • spese di viaggio realmente sostenute e documentate, mediante presentazione di abbonamenti mensili e/o biglietti di viaggio, fatture o ricevute di pagamento o autocertificazione.

La domanda per la concessione del beneficio deve essere presentata dai genitori  o in alternativa dagli studenti maggiorenni, entro la data del 15 Gennaio 2018 all’Ufficio Protocollo del Comune di Guagnano, in Piazza Madonna del Rosario.

Il bando e il modulo di domanda, possono essere scaricati dal sito internet www.comune.guagnano.le.it  o ritirati presso l’Ufficio Servizi Sociali in via Emilia Romagna (Poliambulatorio).

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Un albero ricco di luci intermittenti sotto cui mettere pacchetti confezionati con amore, l'odore del cibo succulento che proviene dalle cucine imbastite di ogni leccornia, il calore di un camino acceso intorno cui scaldarsi e trascorrere le giornate insieme alla propria famiglia...Piccoli momenti di gioia che ci permettono di calarci appieno nel periodo più bello e atteso dell'anno: il Natale. E' triste, però, pensare che quest'immagine non potrà essere presente in ogni casa e che purtroppo non tutti i bambini troveranno i tanto sperati regalini sotto l'albero.
Così, come ogni anno i nostri amici nerazzurri dell'Inter Club "J. Zanetti" di Salice Salentino contribuiranno a rendere più gioioso e magico il Natale di tanti bambini non avranno la possibilità di ricevere regali da Babbo Natale a causa di ristrettezze economiche o perché che si trovano in ospedale a lottare per la battaglia più grande, quella per la loro vita.
Sin dalla sua nascita, infatti, l'Inter Club ha fatto sentire forte la sua voce nel sociale, dimostrando a tutti di non essere solo una bella e sana realtà calcistico-sportiva all'interno del nostro paese, ma esprimendo anche la sua vicinanza e solidarietà a contesti sociali e culturali differenti e prodigandosi a fornire, di anno in anno, un aiuto concreto e generoso alla comunità.
Ci sarà, dunque, un doppio appuntamento che ci vedrà tutti coinvolti. Il primo sarà Venerdì 15 Dicembre, alle ore 16.00, presso la Palestra della Scuola Media "Dante Alighiericon la sesta edizione della "Tombolata della Solidarietà", alla quale prenderanno parte i bambini delle classi II, III, IV e V della Scuola Primaria di Salice Salentino, che, tra giochi, canzoni e risate, trascorreranno un pomeriggio all'insegna del divertimento.
Il secondo appuntamento da annotare in agenda è per Domenica 17 Dicembre in cui, dalle 8.30, in Piazza Plebiscito, i ragazzi venderanno i gadget natalizi forniti dall'Associazione Genitori Onco-Ematologia Pediatrica "Per un Sorriso in Più" Onlus, il cui intero ricavato verrà affidato all'associazione che si occupa di aiutare le famiglie dei piccoli ricoverati presso il reparto di Onco-Ematologia Pediatrica dell'Ospedale "Vito Fazzi" di Lecce.
Partecipate numerosi perché anche il più piccolo contributo può far felice un bambino.
 
WhatsApp Image 2017 12 11 at 15.26.28

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Sono state diramate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca le disposizioni che disciplinano la presentazione delle domande di collocamento in pensione, con decorrenza dal 1 settembre 2018, del personale docente ed A.T.A.(Amministrativo, Tecnico ed Ausiliario) delle scuole statali, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Il termine di scadenza delle domande è stato fissato al 20 dicembre 2017; ad eccezione dei dirigenti scolastici per i quali,in base al CC.N.L. del personale dell’area della dirigenza, la domanda dovrà essere presentata”..entro il 28 febbraio dell’anno scolastico precedente a quello del pensionamento stesso.”

Le istanze riguardano: la cessazione per raggiungimento del limite massimo di servizio, le dimissioni volontarie, il trattenimento in servizio per raggiungere il minimo contributivo e la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale da parte del personale che non ha raggiunto il limite di età ma di servizio, con contestuale riconoscimento del trattamento di pensione.

Entro il medesimo termine, coloro che hanno presentato le predette domande, possono inoltrare la relativa richiesta di revoca.

I requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici, per la generalità degli operatori scolastici, sono i seguenti.

Pensione di vecchiaia::requisito anagrafico, per uomini e donne, di 66 anni e 7 mesi compiuti entro il 31 agosto 2018, per il pensionamento d’ufficio, o entro il 31 dicembre 2018, per il pensionamento a domanda, con almeno 20 anni di contribuzione.

Pensione anticipata(ex pensione di anzianità): requisito di anzianità contributiva, maturato entro il 31 dicembre 2018, di 41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini.

Altre particolari situazioni di accesso sono indicate nella circolare ministeriale prot. n.50436 del 23 novembre 2017.

Le domande di cessazione e la revoca delle stesse vanno presentate con la procedura web POLIS “istanze on line”. Le istanze di trattenimento in servizio vanno,invece, presentate in forma cartacea all’Ufficio Scolastico Provinciale, tramite il dirigente scolastico della scuola di titolarità.

 

Si precisa, infine, che oltre alla domanda di cessazione dal servizio va anche presentata la domanda di pensione, che deve essere inviata direttamente all’INPS, esclusivamente con le seguenti modalità:

a) tramite Contact Center Integrato (n.803164);

b) on line accedendo al sito INPS, previa registrazione;

c) attraverso l’assistenza gratuita di un Patronato.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 1 di 32

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi11
Ieri676
Questa Sett.687
Questo Mese6289
Totale1401969

Martedì, 20 Febbraio 2018 00:46

Chi è on line

Abbiamo 159 visitatori e nessun utente online