Salute
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Mercoledì, 05 Aprile 2017 09:44

PRIMAVERA, ORMONI E ALIMENTAZIONE

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

In primavera la natura si risveglia dopo il lungo letargo invernale. Con il suo arrivo appaiono i primi boccioli, lo sbocciare dei fiori con colori e profumi attira gli insetti, gli uccelli si apprestano a costruire i nidi per le nuove vite che arriveranno.

Dunque c’è un risveglio che riguarda tutti, in particolare l’organismo femminile, con una serie di fenomeni che portano ad un maggior desiderio sessuale e a variazioni del proprio corpo come ritenzione idrica, seno più turgido e sbalzi d’umore. Ma quali possono essere le cause? E gli eventuali rimedi?

In primavera aumenta il numero di ore di esposizione al sole: la retina, la parte dell’occhio collegata al cervello attraverso il nervo ottico, reagisce alle variazioni della luce, stimolando dei cambiamenti ormonali.

Fra le sostanze prodotte nel nostro organismo vi sono:

* la dopamina, prodotta nel cervello, ha un ruolo molto importante nei meccanismi di soddisfazione, motivazione, umore, sonno e depressione. Non a caso i farmaci che aumentano i livelli di dopamina sono utilizzati come antidepressivi. L’aumento di dopamina è responsabile anche dell’aumento del battito cardiaco e del desiderio sessuale;

* vitamina D e paratormone, coinvolti nel metabolismo del calcio per le ossa;

* ormoni legati alle funzioni sessuali (FSH, LH, estradiolo, progesterone, prolattina, testosterone …). È stato osservato, infatti, che è soprattutto in primavera che questi ormoni subiscono le maggiori variazioni della loro concentrazione. Vi è, ad esempio, un aumento dell’attività delle ghiandole interessate nelle funzioni riproduttive e sessuali.

È stato anche osservato che in primavera, proprio per il verificarsi di queste alterazioni ormonali, vi è una maggiore riduzione di peso nelle donne che si sottopongono a diete dimagranti.

I migliori risultati sono stati osservati in primavera e i peggiori durante l’inverno. Questo fenomeno è dovuto al fatto che durante l’inverno l’organismo umano produce maggiori quantità di cortisolo, un ormone che favorisce l’accumulo di grasso soprattutto nella regione addominale. Una delle proprietà del tessuto adiposo è quella di rappresentare un vero e proprio isolamento termico, proteggendo il corpo dal freddo.

In primavera con l’aumento degli ormoni maschili circolanti (testosterone), si ha un maggior smaltimento del grasso corporeo ed uno stimolo della libido (il desiderio sessuale). Ma l’aumento del testosterone può essere responsabile di alcuni sintomi fastidiosi per le ragazze come la comparsa più evidente di acne, ritenzione idrica e caduta di capelli. Quindi ecco perché si dice che in primavera si verifica una vera e propria “tempesta ormonale”.

Cosa fare allora?

Innanzitutto le passeggiate o l’attività fisica all’aperto con l’esposizione alla luce solare, fa aumentare la quantità di melatonina nel nostro organismo per regolare il ritmo sonno-veglia. Come conseguenza dell’esercizio fisico c’è il consumo di calorie utile per un dimagrimento armonico.

E’ necessario porre attenzione alla dose giornaliera di carboidrati.

Sarebbe opportuno consumare almeno tre porzioni di frutta fresca e due porzioni di verdura cruda al giorno per il loro contenuto in sali minerali. Tra questi sembra avere un ruolo importante il magnesio. In condizioni di stress oppure in periodi dell’anno, come appunto in primavera, il fabbisogno di magnesio aumenta e allora diventa importante aumentarne il consumo.

Sono solo dei piccoli accorgimenti, ma se messi in atto possono permetterci di vivere con serenità un periodo tra i più belli dell’anno, lasciandosi trascinare dalla ventata di vivacità e naturalezza che la primavera porta con sé.

Letto 663 volte Ultima modifica il Mercoledì, 05 Aprile 2017 09:51

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Loredana Persano

Dott.ssa Loredana Persano

Biologa Nutrizionista.

Laureata in Scienze Biologiche presso l’Università del Salento, ha svolto attività di ricerca nel campo delle malattie cronico-degenerative (Alzheimer-Parkinson) e sull'attività antiossidante di diverse matrici vegetali.

Ha studiato Nutrizione  presso il centro Studi e Ricerche Neuropsicofisiologiche di Roma per l’età pediatrica e adulta. Si occupa di programmi di psicoeducazione alimentare per la prevenzione dei disturbi dell’alimentazione e l’obesità. Collabora con Psy:i ( Lecce) per la riabilitazione nutrizionale nei disturbi dell’alimentazione: anoressia, bulimia, disturbo dell’alimentazione incontrollata, obesità.

Per ricevere informazioni e concordare una consulenza telefonare al 347/5574601

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi241
Ieri1565
Questa Sett.1806
Questo Mese9032
Totale1376657

Martedì, 12 Dicembre 2017 09:02

Chi è on line

Abbiamo 231 visitatori e nessun utente online