Salute
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Venerdì, 26 Luglio 2013 18:28

IL POTERE DELLA LUNA : COME LE FASI LUNARI INFLUENZANO IL NOSTRO SONNO

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

 

Prima di andare a dormire sono solita guardare il cielo scuro fuori dalla finestra, ma qualche giorno fa mentre ero dedita alla mia solita routine notturna un bagliore quasi sinistro mi ha colpita improvvisamente, alzato lo sguardo mi sono ritrovata faccia a faccia con una luna piena che non la si vedeva così da un bel po'; devo ammettere che incuteva paura , così luminosa, così grande, sembrava la classica luna piena che si incontra spesso in tanti libri horror, quella che generalmente illumina qualche misfatto, qualche macabro evento che viene avvolto nel magico gioco di luci ed ombre che essa riesce a generare.

Poi ho acceso il computer e quasi per caso mi sono imbattuta in questa notizia … State a sentire!

Secondo un gruppo di ricercatori dell'Università Psichiatrica di Basilea, guidati dalla professoressa Christina Cajochen,  in momenti di luna piena è difficile dormire bene e che , in generale, il nostro sonno è influenzato delle fasi lunari.

Ora ,che le fasi lunari influenzassero (se pur in minima parte) il nostro comportamento e la nostra vita già lo sapevamo, questa è una consapevolezza che ci tramandiamo da secoli , quando ancora ci si basava sulla luna per organizzare la propria vita ,quando ancora gli effetti di questa erano ben visibili e non potevano esser mascherati da altre componenti della vita moderna , quali ad esempio la luce elettrica o altro. Non a caso , le fasi lunari sono ancora molto importanti per tanti animali, in particolare quelli marini,che tuttora regolano la riproduzione in base alla luce della luna .

Ma ciò di cui si parla in questa ricerca, pubblicata sulla rivista “Current Biology”, non è frutto di semplici suggestioni , di convinzioni e antiche credenze vive fin dalla notte dei secoli , ma si tratta bensì di risultati veritieri che proporrebbero la stretta correlazione scientifica tra le fasi lunari e il ritmo circadiano, cioè il ritmo sonno-veglia.

Lo studio svizzero che ha coinvolto circa 30 volontari e che ne ha controllato la loro attività cerebrale , i movimenti degli occhi e le secrezioni ormonali durante il sonno   in concomitanza con le fasi lunari, ha dato risultati che se definitivamente accettati andrebbero a tradurre immediatamente le antiche credenze (da sempre poco considerate perché insufficientemente valide) in verità scientificamente provata.

Effettivamente , durante lo studio si è verificata, in questi soggetti, una variazione del loro sonno a seconda dei diversi cicli lunari, addirittura è emerso che in momenti di luna piena la fase più profonda del sonno , quella che ci permette di riposare adeguatamente e di ricaricare le pile , subiva una diminuzione del 30% , che le persone impiegavano circa cinque minuti in più del solito ad addormentarsi e dormivano complessivamente venti minuti in meno rispetto agli altri giorni .

E la cosa più strana è che tutto ciò è accaduto (e normalmente accade in chiunque) anche se non sappiamo in prima persona che effettivamente stiamo trascorrendo una notte di luna piena, aspetto che gli studiosi hanno collegato a reminiscenze della componente più primitiva presente in ognuno di noi.

Sottoposti a domande, i volontari hanno poi affermato che una volta svegli erano come sopraffatti dalla sensazione di sentirsi decisamente più stanchi rispetto ad altri giorni, come se il sonno fosse stato più povero, e dalle analisi sono emersi livelli più bassi di melatonina, un ormone che regola i cicli di sonno e veglia. 

Ho spento il computer e nel buio della mia camera ho iniziato a riflettere, e il pensiero che più di tutti mi tormentava è stato : ma come farò ora ad addormentarmi avendo già la consapevolezza che dormirò meno e peggio e che l'indomani mi sveglierò più stanca di prima?

 

Letto 9810 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Marzia Ianne

Laureata in "Scienza e Tecniche Psicologiche" all'Università del Salento. Da grande vorrebbe fare la psicoterapeuta o la scrittrice. Ama leggere qualsiasi cosa le capiti per le mani ma predilige i grandi classici della letteratura. Attualmente è tiratrice della squadra di carabina presso Poligono di Lecce.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi414
Ieri1802
Questa Sett.4534
Questo Mese18693
Totale1289591

Venerdì, 28 Luglio 2017 10:43

Chi è on line

Abbiamo 285 visitatori e nessun utente online