Salute
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Mercoledì, 05 Giugno 2013 10:27

STOP ALLE SIGARETTE ELETTRONICHE NELLE SCUOLE : Italia divisa.

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

 

Il parere non vincolante del Consiglio Superiore di Sanità è chiaro e inequivocabile ,l'obiettivo è quello di vietare l'utilizzo delle e-cigs nelle scuole in difesa della salute dei giovani e per non escludere al 100% i rischi del fumo passivo per quei dispositivi che contengono nicotina.

 

Tale parere ancorato a 5pagine di valutazioni e di studi scientifici disponibili, argomenta e sviluppa la necessità di preservare dal fumo delle sigarette elettroniche categorie che dovrebbero essere protette quali ad esempio i giovani, le donne in gravidanza, e addirittura consiglia di vietare i dispositivi in tutti i luoghi pubblici , come è già stato fatto in Francia.

Infatti ,nell'ultimo periodo è letteralmente boom dei cosiddetti "svapatori" , coloro che utilizzano le sigarette elettroniche , ovunque si levano nuvole di vapore per aria che non tutti sopportano col sorriso sulle labbra nonostante le raccomandazioni, per paura dell'insorgenza , prima o poi, di qualche studio scientifico che smentisca questo stato di cose. E il vero e proprio boom è stato riscontrato tra i giovanissimi, la sigaretta elettronica infatti sembra essere preferita ,tra i 15 e i 24anni, alla solita "bionda",senza alcuna differenza tra maschi e femmine.

Secondo un'indagine Doxa dell'Istituto Superiore di Sanità tra i fumatori delle famose e-cigs solo l'10% di questi ha smesso di fumare le cosiddette "bionde" grazie all'aiuto delle sigarette ellettroniche e il restante 90% continua a fumarle entrambe, andando così ad aumentare , in alcuni casi , la quantità di nicotina assunta e a non modificare assolutamente le abitudini di tali fumatori che invece speravano in una diminuzione del vizio, se non nella completa eliminazione.

Subito si sono fatte sentire le numerose lamentele da parte non solo della folta schiera di seguaci del vapore a portata di mano ma soprattutto da parte della nota azienda produttrice di sigarette elettroniche, Ovale , che ha considerato assurdo e infondato tale parere depositato, visto la mancanza di un qualche studio scientifico che affermerebbe effetti negativi, auspicando un confronto con il Ministro Lorenzin che possa delineare al meglio la situazione

 

Letto 571 volte Ultima modifica il Mercoledì, 05 Giugno 2013 11:23

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Marzia Ianne

Laureata in "Scienza e Tecniche Psicologiche" all'Università del Salento. Da grande vorrebbe fare la psicoterapeuta o la scrittrice. Ama leggere qualsiasi cosa le capiti per le mani ma predilige i grandi classici della letteratura. Attualmente è tiratrice della squadra di carabina presso Poligono di Lecce.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi11
Ieri256
Questa Sett.11
Questo Mese14170
Totale1285068

Lunedì, 24 Luglio 2017 00:46

Chi è on line

Abbiamo 272 visitatori e nessun utente online