ALIMENTAZIONE E SALUTE
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Martedì, 16 Aprile 2013 23:17

APRILE: è tempo di…FRAGOLE!

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)


La naturale maturazione delle fragole avviene tra Aprile e Agosto. A differenza di quanto molti pensino le fragole non sono dei frutti ipercalorici, né contengono una quantità smisurata di zuccheri.

Secondo la banca dati dell’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti  e la Nutrizione) 100g di fragole fresche  apportano soltanto 27  kcal e circa 5g di carboidrati. Inoltre hanno un indice glicemico piuttosto basso per cui possono essere consumate tranquillamente da chi segue una dieta ipocalorica e dai diabetici (ovviamente senza l’aggiunta di zucchero).

Le fragole sono un’ottima fonte  di sali minerali (potassio, calcio, fosforo, sodio, magnesio e ferro) e vitamine, tra cui la vitamina C, molto utile per rafforzare le difese immunitarie dell'organismo. Hanno proprietà depurative, rinfrescanti, diuretiche e lassative. Contengono sostanze antiossidanti, aiutano quindi a combattere i radicali liberi, rallentando il processo di invecchiamento. A causa dell'acido ossalico in esse contenuto, possono essere controindicate a persone che presentano problemi di calcoli renali. Particolare attenzione al consumo di fragole deve essere posta anche dai soggetti allergici, nei quali potrebbero provocare orticaria e dermatosi.

Per il loro effetto disintossicate è consigliabile consumarle a colazione, insieme ad una tazza di yogurt bianco, ma una macedonia di fragole con succo d’arancia (o di limone, per chi preferisce sapori più aspri) potrebbe anche essere una piacevole e soddisfacente merenda da consumare nel pomeriggio.

 

 

 

 

 

Letto 2455 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Marina Arnesano

Marina Arnesano: Laureata in Biologia agro-alimentare e della nutrizione presso l’Università del Salento, è iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi. Nel 2009 ha avviato la libera professione di Biologa Nutrizionista a Salice Salentino e si occupa dell'elaborazione di piani alimentari personalizzati per soggetti in condizioni fisiopatologiche accertate.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi196
Ieri661
Questa Sett.1121
Questo Mese15833
Totale1361286

Mercoledì, 22 Novembre 2017 10:02

Chi è on line

Abbiamo 163 visitatori e nessun utente online