ALIMENTAZIONE E SALUTE
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Lunedì, 04 Marzo 2013 14:26

E allora... muoviti muoviti e muoviti!!!

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)


Se c’è un consiglio che noi nutrizionisti diamo ai nostri pazienti è quello di associare lo sport al piano alimentare, perché il successo a lungo termine dipende anche dallo svolgimento di un’attività fisica regolare. La maggior parte delle persone a dieta riescono a mantenere il peso raggiunto senza riprenderlo grazie alla combinazione della dieta con l’attività fisica.

E qui si da spazio a tutta una serie di interrogativi e di pensieri sabotanti che incoraggiano la pigrizia e che si rivelano degli ottimi alibi per il “non fare”, perché diciamocelo in tutta franchezza “Se si ha il forte desiderio di fare qualcosa, si troverà il modo per attuarlo”. Forse non riuscite a trovare il tempo per lo shopping? O per fumare? O ancora meglio … per dedicarvi ai social network?

Prendiamo in esame le varie scuse. Prima fra tutte, la più classica: “Non ho tempo”. L’attività fisica va programmata. Inseritela tra gli impegni della vostra agenda. Considerate che potreste ridurre o eliminare alcune delle vostre attività quotidiane. Magari alzatevi anche prima al mattino. Dovete fare in modo che l’attività fisica non sia qualcosa di facoltativo, che se non c’è va bene lo stesso, deve essere essenziale.

Seconda scusa: “Come faccio con i bambini?” Mi rendo conto che, anche se viviamo in una piccola realtà, i gestori delle nostre palestre locali non hanno mai fatto storie se qualche mamma ha portato i suoi bambini in palestra. Ma per attività fisica si intende anche passeggiata all’aria aperta e quella mamma che a sei mesi di distanza dal parto, imperterrita fa km a piedi in campagna nel pomeriggio tenendo con una mano la carrozzina, e con l’altra il figlioletto più grande, merita tutta la mia stima. Potreste fare la babysitter a turno con un altro genitore oppure coinvolgere i bambini in casa con un video per esercizi fisici.

Terza scusa: “Mi vergogno ad andare in palestra perché mi guardano tutti”. Se proprio non ce la fate ritorna utile in questo caso il DVD sportivo, magari in compagnia di un amico che può darvi un forte sostegno. Io proporrei un atteggiamento mentale diverso mirato alla noncuranza. In palestra ogni persona è concentrata sulle proprie attività, e se anche dovessero notarvi, sarebbe solo per un breve istante, subito tornerebbero a quello che loro stessi stanno facendo.

Proviamo ad analizzare insieme i vari benefici dell’attività fisica correlata ad una sana alimentazione.

Innanzitutto l’attività fisica regolare giova all’umore e attenua lo stress. Molte persone tendono a fare delle grandi abbuffate proprio come risposta all’ansia e alla frustrazione e quindi lo sport rappresenta una valvola di sfogo. Ma non solo. Durante l’esercizio fisico si bruciano calorie ad un ritmo più veloce del solito e si continuano a bruciare anche dopo l’allenamento, man mano che i muscoli recuperano. Con le diete drastiche, che sconsiglio vivamente, talvolta si perde la massa muscolare, che è una delle nostre doti più preziose. L’attività fisica aiuta a conservare i muscoli, in modo che con una dieta bilanciata si possa perdere parte del tessuto adiposo. Inoltre quando fate sport riuscite anche ad apprezzare il sacrificio che state facendo e quanto impegno ci state dedicando. In questo modo difficilmente vorrete rovinare tutto, mangiando male. Per non parlare poi degli effetti dello sport sul vostro livello di autostima. Tante persone si sentono più positive circa il loro aspetto, meno ansiose riguardo al loro corpo. Più farete movimento e più vi andrà di farne, vi sentirete più forti e tutte le altre attività quotidiane appariranno meno gravose.

Perciò se non lo avete ancora fatto, sarebbe ragionevole prendere questo impegno con la vostra salute. Assicuratevi di scegliere un’attività fisica di vostro gradimento e alla quale possiate attenervi facilmente. Se non siete sicuri di quello che volete fare, consultate il vostro medico ed il nutrizionista che potranno dirvi anche a che cosa è più adeguato il vostro stato di salute. E soprattutto qualunque tipo di attività fisica voi scegliate, lasciate in un armadietto il vostro smartphone: non è bello vedere ragazze sul tapis roulant che strisciano di continuo il dito sullo schermo dipendenti dalle varie applicazioni e sempre collegate con il mondo del web. Se avete deciso di dedicarvi un’ora di tempo, tutto il resto potrà aspettare. Siate inoltre ragionevoli: iniziate da un livello coerente con quello che fino ad ora è stato il vostro stile di vita. Non fa bene passare dalla totale sedentarietà a due ore di attività sfrenata. Ne ricavereste solo dolori muscolari che vi porterebbero a smettere.

Dovete rendere l’attività fisica una priorità, come se fosse un ingrediente indispensabile per una ricetta. Le ricerche dimostrano che praticare dell’attività fisica è fondamentale, per la maggior parte delle persone, per dimagrire e per mantenere il peso raggiunto. Se desiderate i benefici legati all’essere più magro, dovete fare esercizio. Non sto assolutamente dicendo che è facile, ma non è neanche impossibile.

Loredana Persano

Nutrizionista.

Letto 2093 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Loredana Persano

Dott.ssa Loredana Persano

Biologa Nutrizionista.

Laureata in Scienze Biologiche presso l’Università del Salento, ha svolto attività di ricerca nel campo delle malattie cronico-degenerative (Alzheimer-Parkinson) e sull'attività antiossidante di diverse matrici vegetali.

Ha studiato Nutrizione  presso il centro Studi e Ricerche Neuropsicofisiologiche di Roma per l’età pediatrica e adulta. Si occupa di programmi di psicoeducazione alimentare per la prevenzione dei disturbi dell’alimentazione e l’obesità. Collabora con Psy:i ( Lecce) per la riabilitazione nutrizionale nei disturbi dell’alimentazione: anoressia, bulimia, disturbo dell’alimentazione incontrollata, obesità.

Per ricevere informazioni e concordare una consulenza telefonare al 347/5574601

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi4
Ieri368
Questa Sett.4
Questo Mese11462
Totale1379087

Lunedì, 18 Dicembre 2017 00:16

Chi è on line

Abbiamo 199 visitatori e nessun utente online