ALIMENTAZIONE E SALUTE
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Martedì, 29 Luglio 2014 14:03

AGOSTO - SETTEMBRE: è tempo di…PEPERONI

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

La stagione estiva è piacevole non soltanto per l’enorme varietà di frutti che ci mette a disposizione, ma anche per i buonissimi e coloratissimi ortaggi. Tra questi ultimi il peperone racchiude delle importanti proprietà in pochissime calorie (22 kcal/100g), perciò non dovrebbe mancare dalla nostra tavola. Come la maggior parte dei vegetali estivi, il peperone ha un’elevata quantità di acqua, un modesto contenuto di carboidrati, per lo più glucosio e fruttosio, e una minima dose di proteine (0,9g su 100g di prodotto) e lipidi (0,3g su 100g di prodotto).

Eccezionale la quantità di vitamine, in particolare la vitamina C, presente in abbondanza (151mg/100g) e la provitamina A (carotene), che con la loro funzione antiossidante contribuiscono alla prevenzione di diverse patologie come tumori, malattie cardiovascolari e invecchiamento precoce.

I peperoni sono anche delle straordinarie riserve di sali minerali: ricchi di potassio (210mg per 100g) e poveri di sodio (2mg per 100g), aiutano a combattere la ritenzione idrica e a mantenere l’equilibrio idro-salino dell’organismo. Contengono anche fosforo (28mg per 100g), calcio (17mg per 100g), ferro (0,7mg per 100g) e zinco (0,2mg per 100g).

Vale la pena quindi inserire il peperone nella nostra dieta estiva: possiamo consumarlo crudo nell’insalata, come condimento della pasta, al forno, ripieno o grigliato come contorno a un secondo piatto.

Attenzione però…il peperone può avere delle controindicazioni per chi soffre di malattie gastroenteriche, cistite, ipertensione, calcolosi renale.

Letto 7079 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Marina Arnesano

Marina Arnesano: Laureata in Biologia agro-alimentare e della nutrizione presso l’Università del Salento, è iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi. Nel 2009 ha avviato la libera professione di Biologa Nutrizionista a Salice Salentino e si occupa dell'elaborazione di piani alimentari personalizzati per soggetti in condizioni fisiopatologiche accertate.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi438
Ieri1802
Questa Sett.4558
Questo Mese18717
Totale1289615

Venerdì, 28 Luglio 2017 10:46

Chi è on line

Abbiamo 331 visitatori e nessun utente online