ALIMENTAZIONE E SALUTE
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Mercoledì, 30 Ottobre 2013 14:15

NOVEMBRE: è tempo di…MELAGRANA!

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

 

In autunno la nostra tavola è spesso gradevolmente arricchita da un frutto con i semi color rubino: la melagrana. Sono proprio i semi dalla polpa dolce e succosa, la parte commestibile del frutto, che si presenta ricco di acqua, sali minerali (potassio, magnesio, calcio, ferro, zinco, rame e fosforo), vitamine (A, B, C, E e K) carboidrati e fibre; tutto ciò con l’apporto di sole 62 calorie per 100g di prodotto.

Dalla spremitura dei semi di melagrana si ottiene un succo dissetante, denso di proprietà benefiche e ricchissimo in sostanze antiossidanti, come i polifenoli. Tra questi va ricordato l’acido ellagico, che ha proprietà antitumorali, agisce contro l’insorgenza di affezioni vascolari e, per il suo potere astringente, è consigliabile in caso di dissenteria. I flavonoidi contenuti nella melagrana conferiscono a questo prezioso frutto proprietà antitrombotiche, vaso-protettrici e gastro-protettrici. L’elevato potere antiossidante dei chicchi di melagrana, paragonabile al potere antiossidante del tè verde, permette una notevole protezione dall’azione dei radicali liberi. Sembrerebbe addirittura che il succo concentrato di melagrana aiuti a combattere le degenerazioni dell’apparato cardiovascolare favorendo la prevenzione delle patologie coronariche e contrastando la progressione dell’aterosclerosi. Alcuni effetti benefici sono stati riscontrati anche nel trattamento preventivo del morbo di Alzheimer e nella riduzione del processo degenerativo della cartilagine nell’artrite. Queste proprietà terapeutiche della melagrana (oggi dimostrate scientificamente) erano già note in antichità, tanto che questo frutto era considerato simbolo di abbondanza e longevità.

 

Letto 2060 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Marina Arnesano

Marina Arnesano: Laureata in Biologia agro-alimentare e della nutrizione presso l’Università del Salento, è iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi. Nel 2009 ha avviato la libera professione di Biologa Nutrizionista a Salice Salentino e si occupa dell'elaborazione di piani alimentari personalizzati per soggetti in condizioni fisiopatologiche accertate.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi792
Ieri1268
Questa Sett.6696
Questo Mese13251
Totale1339938

Venerdì, 20 Ottobre 2017 14:35

Chi è on line

Abbiamo 226 visitatori e nessun utente online