ALIMENTAZIONE E SALUTE
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Martedì, 30 Aprile 2013 12:55

MAGGIO: è tempo di…FAGIOLINI!

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)


I fagiolini, appartenenti alla specie Phaseolus vulgaris L. della famiglia delle Fabacee, pur essendo legumi hanno delle caratteristiche organolettiche e nutrizionali molto vicine agli ortaggi.


La loro raccolta avviene quando i fagioli non sono ancora maturi e, a differenza dei legumi, non possono essere essiccati, ma vengono consumati freschi oppure conservati in scatola o surgelati. Secondo la banca dati dell’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca su Almentazione e Nutrizione) 100g di fagiolini freschi apportano soltanto 18 kcal e circa 2,4g di carboidrati. Per il loro basso apporto calorico e glucidico sono consigliati nelle diete ipocaloriche e, avendo un basso indice glicemico, possono essere consumati tranquillamente anche dai diabetici. A differenza degli altri legumi, i fagiolini contengono un minor quantitativo di proteine ed un'elevatissima quantità di acqua (stimata intorno al 90%). Sono ricchi di sali minerali (potassio in particolare) e vitamina A e presentano un discreto contenuto di vitamina C. Hanno proprietà rimineralizzanti, diuretiche e rinfrescanti dell’apparato gastro-intestinale. Essi inoltre garantiscono un corretto transito intestinale grazie ad un elevato contenuto in fibre.
I fagiolini possono essere utilizzati come contorno, lessati e conditi con olio, aceto e limone, o saltati in padella con aglio o con erbe; si possono utilizzare anche come ingrediente nelle frittate, nelle torte salate o nei sughi a base di verdure per condire riso e pasta.

 

 

Letto 3524 volte Ultima modifica il Martedì, 30 Aprile 2013 13:12

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Marina Arnesano

Marina Arnesano: Laureata in Biologia agro-alimentare e della nutrizione presso l’Università del Salento, è iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi. Nel 2009 ha avviato la libera professione di Biologa Nutrizionista a Salice Salentino e si occupa dell'elaborazione di piani alimentari personalizzati per soggetti in condizioni fisiopatologiche accertate.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi211
Ieri1617
Questa Sett.6581
Questo Mese37597
Totale1264796

Sabato, 24 Giugno 2017 09:12

Chi è on line

Abbiamo 305 visitatori e nessun utente online