Curiosità
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Lunedì, 19 Gennaio 2015 14:55

BLUE MONDAY: IL GIORNO PIU' TRISTE DELL'ANNO

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

imagesXTTQDSCO.jpg

 

 

Oggi, 19 gennaio è il così detto Blue Monday ovvero il giorno più triste dell’anno.

La ricerca di un noto analista ha evidenziato come il terzo lunedì dell’anno è generalmente il più malinconico di sempre e il tutto su una base matematica, attraverso una non-semplice equazione scientifica. Per arrivare alla scoperta del Blue Monday gli esperti ed in particolare lo psicologo Cliff Arnall, all’epoca tutore presso l’Università di Cardiff, hanno messo in correlazione i seguenti fattori:

1- condizioni climatiche
2- debito pubblico
3- tempo trascorso dalle vacanze di Natale
4- bassi livelli motivazionali

Economicamente e psicologicamente ci si sente infatti svuotati e l’anno da affrontare sembra estremamente lungo e pesante. In Inghilterra, paese in cui gli studi sono presi davvero seriamente, si registra addirittura un forte astensionismo da lavoro. Qui, saremmo presi tutti per matti, in un sistema che ti impone di andare al lavoro e dare il meglio anche quando la salute non è delle migliori (per esempio il congedo mestruale, da noi fantascienza, nel resto del mondo diritto).

Oggi, lasciate perdere la dieta e concedetevi almeno un cioccolatino!!!

Letto 11177 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi8
Ieri118
Questa Sett.362
Questo Mese2888
Totale1535899

Giovedì, 22 Agosto 2019 02:44

Chi è on line

Abbiamo 254 visitatori e nessun utente online