Ambiente
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Giovedì, 19 Marzo 2015 17:41

PROGETTO AGRI con le SCUOLE: OGGI LEZIONE…MULTIMEDIALE

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lezione teorica e visione di un documentario sui Frantoi Ipogei, presso l'aula multimediale della Scuola Elementare di via Valente.

La lezione, inscritta all'interno del progetto, ha la finalità di permettere il confronto fra gli antichi metodi di produzione dell'olio grezzo e i moderni metodi di produzione dell'olio per uso alimentare.

Tale attività ha avuto lo scopo di preparare i ragazzi alla visita guidata di sabato prossimo, presso il Frantoio Ipogeo di Torre Santa Susanna e presso la Chiesa longobardo-bizantina di San Pietro in Crepacore.

Il Comune di  Salice Salentino e il Csl Puglia hanno promosso questo innovativo progetto, intitolato PROGETTO AGRI o "Produzione, Trasformazione e Degustazione dei Prodotti Tipici Salentini".

Il Progetto, prevede lo studio dei prodotti tipici della nostra terra, attraverso un percorso di rivisitazione delle varie colture, la loro piantumazione all'interno di bancali appositamente ideati e costruiti dal CSL Puglia per l'occasione e l'osservazione partecipante della filiera di produzione dei prodotti vitivinicoli, caseari, ortofrutticoli e oleari. Previste visite guidate presso le aziende di trasformazione (caseifici, frantoi e cantine). Previsto anche il confronto fra i frantoi ipogei che hanno segnato la storia economica del nostro territorio, grazie alla produzione dell'olio grezzo usato come combustile per le navi e i metodi di produzione dell'olio per uso alimentare nei frantoi moderni. Le Scuole Materne di via Marzabotto e di via Manzoni e alcune classi della Scuola di Via Valente e di Via Roselli di Salice Salentino, hanno aderito al Progetto comprendendone l’alto valore didattico.

Già realizzate con alcune classi, la pasta fatta in casa e la pasta di mandorle. Prossimamente, per la Santa Pasqua, si procederà con le puddhriche. I bambini potranno apprendere le tecniche dell’arte culinaria locale, valorizzando quelle che sono le tradizioni salentine.

Inoltre, grazie al metodo di coltivazione diretta, potranno apprendere le pratiche agricole di coltivazione e concimazione. I bambini, infatti, usufruiranno dell’attrezzatura da giardinaggio messa a disposizione dal CSL Puglia e dei locali pubblici e servizio scuolabus messi a disposizione dal Comune di Salice.

Pronti i meravigliosi bancali per la piantumazione, situati all’interno del Centro Polifunzionale, destinati alla coltivazione delle orticole.

Di fondamentale importanza le lezioni su terreno, tecniche di concimazione e coltivazione diretta delle orticole.

I ragazzi imparano divertendosi e riscoprendo quell'amore per la terra e per quelle tecniche di coltivazione che hanno costituito le basi dello sviluppo economico salentino.

Sono previste diverse visite presso il “Caseificio da Immacolata”, presso la masseria Curti Russi, la Cantina Leone De Castris, il Museo Piero e Salvatore Leone De Castris, la Cantina Taurino, il Frantoio Ipogeo in Largo Moggia a Torre S.S., la Chiesa di San Pietro in Crepacore, sempre a Torre S.S. ,  il Museo della Tradizione Contadina e l’Abbazia di Cerrate, il Frantoio moderno di Salice Salentino.

Il contatto diretto dei bambini con gli animali (ovini, bovini, equini e pollame) e la degustazione di alcuni latticini e prodotti caseari, dopo aver assistito al processo di produzione della ricotta, ha favorito una facilitazione delle lezioni teoriche svolte in classe, grazie all'osservazione partecipante e quindi alla possibilità di verificare dal vivo i fenomeni studiati.

Importante anche la lezione sulla musica tradizionale locale e sugli strumenti utilizzati nella musica folk salentina.

Docente e ideatrice del Progetto la Prof.ssa Mirella Capoccia, insegnante di Agraria.

Coordinatrice del progetto: Dott.ssa Silvia Grasso

Cuoca: Sig.ra Cosima De Filippis

Letto 398 volte Ultima modifica il Venerdì, 20 Marzo 2015 15:34

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Silvia Grasso

Laureata in Educatori Socio-Ambientali presso la Facoltà di Scienze della Formazione e Specializzata in Sociologia e Ricerca Sociale, presso la Facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio.

Si interessa di turismo ed esercita da breve tempo l’attività di Assistente Turistico come libera professionista.

Innamorata della sua terra e sempre alla scoperta di nuovi luoghi interessanti dal punto di vista storico-culturale, si dedica spesso ad attività di ricerca e di ricostruzione degli aspetti antropologici, culturali e sociali del suo territorio.  I suoi hobbies sono la danza, in particolare la Pizzica e l’equitazione.

È spesso  impegnata anche in attività di volontariato.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi60
Ieri575
Questa Sett.1144
Questo Mese40386
Totale1267585

Mercoledì, 28 Giugno 2017 04:04

Chi è on line

Abbiamo 193 visitatori e nessun utente online