Ambiente
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Sabato, 21 Febbraio 2015 20:24

Salice Salentino paese "indiffferente"

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Legambiente, associazione volta all'ambientalismo scientifico, volontariato e solidarietà, svolge da sempre un attento monitoraggio sullo stato di salute regionale partendo dalla buona pratica della raccolta differenziata. Come negli anni precedenti anche quest'anno si è avuto l'appuntamento con "Comuni Ricicloni", iniziativa nata nel 1994 a cui partecipano sempre più comuni.

L'iniziativa di Legambiente è patrocinata dal Ministero per l'Ambiente al fine di premiare le comunità locali, amministratori e cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti analizzando le raccolte differenziate volte al riciclaggio, i beni, le opere e servizi che abbiano valorizzato i materiali recuperati dalla raccolta differenziata.

La percentuale di raccolta differenziata, principale criterio di valutazione con cui veniva stilata la graduatoria, è stata sostituita da un inidice di buona gestione dei rifiuti urbani che attribuisce un "voto" alla gestione dei rifiuti urbani nei suoi molteplici aspetti.

Le classifiche sono stilate su base regionale.

12 "ricicloni" contro 30 "indifferenti" sono i risultati avuti nella settima edizione di ‘Comuni ricicloni 2014’ realizzata da Legambiente Puglia, evento realizzato grazie al contributo dell'assessorato alla qualità dell'Ambiente della Regione Puglia e con il patrocinio di Anci Puglia.
Solo una dozzina i Comuni che hanno ricevuto il riconoscimento per aver avviato un modello di gestione dei rifiuti orientato al recupero ed aver raggiunto oltre il 65% di raccolta differenziata nel 2013 imposto dalla legge nazionale mentre più del doppio i comuni che possiedono una differenziata inferiore al 10%.

Andando più nel dettaglio, nella Provincia di Lecce (il cui capoluogo possiede una percentuale di raccolta differenziata pari al 13,9% penultima in classifica, avanti solo alla provincia di Taranto) non troviamo nessun comune "Riciclone" a favore di 2 "indifferenti": San Cesario e Salice Salentino che, nei primi dieci mesi del 2014, non hanno raggiunto il 10% di raccolta differenziata.

Letto 453 volte Ultima modifica il Sabato, 21 Febbraio 2015 20:25

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Valentina Capoccia

Ingegnere Informatico, Valentina ha da sempre avuto predilezione per tutto ciò che riguarda il sociale, la cultura e lo sport.

Vicepresidente dell'Associazione Culturale fino a settembre del 2016.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi22
Ieri268
Questa Sett.2397
Questo Mese8780
Totale1301246

Domenica, 20 Agosto 2017 02:17

Chi è on line

Abbiamo 871 visitatori e nessun utente online