Ambiente
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Venerdì, 21 Giugno 2013 10:15

“I dati della CCIAA ci indicano le priorità e le vie da seguire”

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

COMUNICATO STAMPA

L’orizzonte che abbiamo davanti non lascia spazio ad alcun dubbio. Il territorio della provincia di Lecce è stretto nella morsa della crisi che attacca tutti i settori economici, indebolendo il sistema provinciale giorno dopo giorno.

I dati elaborati dal Servizio Statistica della Camera di Commercio spingono a considerare molto grave la situazione, mentre solo i segmenti del turismo e dell’agroalimentare sembrano mantenere ed è su questi che dobbiamo puntare l’attenzione con azioni mirate, strategie serie e condivise e, possibilmente, investimenti giusti.

Da Presidente del Gal Terra d’Arneo conosco bene, per averle sperimentate, le potenzialità che il binomio agroalimentare - turismo possono esprimere, ma che fino ad oggi non hanno ancora potuto rivoluzionare gli assetti dell’economia locale.

Un primo punto di riflessione sul “si poteva, ma non si è fatto” riguarda il numero esageratamente alto di agenzie di promozione del turismo , soggetti scollegati tra di loro, talvolta poco qualificati o non riconosciuti.

Ecco perché è necessario sottrarre il turismo e l’immagine del territorio da questa “terra di nessuno” nella quale, al di là della polverizzazione di iniziative ed eventi promozionali, non cresce nulla di veramente efficace per lo sviluppo del territorio.

Al contrario, i Gruppi di Azione Locale, sono nati con il precipuo intendimento di rafforzare la rete istituzionale costruita a difesa e tutela delle risorse dei luoghi, collegandole in una dimensione ultracomunale di interscambio fattivo, creativo, costruttivo.

Andare oltre ai campanili, ma restare al servizio del territorio per farne un luogo di condivisione esperienziale per nulla imparentato con quello che la nostra provincia è stata fino ad oggi.

L’opportunità non basta, deve essere colta fino in fondo e trasformata in ricchezza, solo così possiamo arginare la crisi senza ricorrere a singolari stratagemmi, ma facendo affidamento, unicamente, sulle forze e le energie di cui disponiamo.

Ha ragione il Presidente della Camera di Commercio di Lecce, Alfredo Prete, quando stimola la sinergia con le istituzioni, per raccogliere sotto un’unica regia e un unico coordinamento efficace le politiche di crescita e sviluppo di cui il Salento ha bisogno.

Camera di Commercio e Gruppi di Azione Locale possono indirizzare il sistema locale sulla strada che porta fuori dal tunnel, assecondando e implementando le iniziative fin qui realizzate.

 

Letto 1092 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi212
Ieri449
Questa Sett.3100
Questo Mese10326
Totale1377951

Giovedì, 14 Dicembre 2017 15:57

Chi è on line

Abbiamo 574 visitatori e nessun utente online