Ambiente
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Ambiente

Ambiente (124)

G.E.N., Ente del Terzo Settore che si occupa della protezione dell’ambiente, della natura, degli animali e del patrimonio zootecnico su tutto il territorio nazionale, organizza il 17° corso della G.E.N. per aspiranti Guardie Zoofile Ambientali "Regione Puglia".

Per diventare aspiranti Guardie EcoZoofile è necessario avere i requisiti richiesti dalla legge, inviare il proprio curriculum vitae e superare test psicoattitudinali.

Una volta riscontrata l'idoneità fisica per svolgere il servizio si potrà accedere ai dovuti corsi obbligatori di formazione teorica e pratica ed infine, dimostrato il lodevole impegno durante i periodi di affiancamento, l’allievo potrà ambire alla nomina di guardia previo parere favorevole del Consiglio Direttivo Nazionale.

Di seguito i corsi obbligatori

IL CORSO

Il Corso per Guardie Ecozoofile G.E.N. sarà suddiviso in 3 moduli con le seguenti materie:

I° Modulo (Safety, Antincendio) - Istruttore G.E.N: V/Isp  Sandro Rizzo

Materie: Protezione – Antinfortunistica – Prevenzione  Antincendio. Ore: 15

II° Modulo (Vigilanza Ambientale e Venatoria) - Istruttore G.E.N: Dir. Sup. Marica Garzia

Materie: Legge 152/2006, Legge 157/92, UPG E PU, atti di polizia amministrativa, Sanzioni. Ore: 15

III° Modulo (Vigilanza Zoofila, Primo soccorso) 

Materie: Diritto e legislazione veterinaria, L. 281/91 – L.R. 12/95 – L. 189/2004 – O.M.S. 3/03/2009, benessere del cane e del gatto, etologia, spettacoli viaggianti, animali selvatici e esotici, primo soccorso animali in stato di necessità, UPG E PU, atti di polizia giudiziaria e procedura penale, Sanzioni. Ore: 20

Chiunque sia interessato a far parte dell'Ente può contattare la sede più vicina alla zona di residenza  oppure inviare un e-mail con la domanda di ammissione al seguente indirizzo email.. genpuglia@gmail.com

Di seguito allegata la domanda di ammissione.

 

Chi sono le  Guardie della GEN 

G.E.N. è un Ente del Terzo Settore che si occupa della protezione dell’ambiente, della natura, degli animali e del patrimonio zootecnico su tutto il territorio nazionale. Le  Guardie della GEN affiancano gli Organi di pubblica sicurezza ed i vari Corpi di polizia dello Stato e delle Autorità Locali (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato o delle Regioni, Capitanerie di Porto, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, CRI, organi di Polizia Locale, servizi ASL ecc.) e con la loro collaborazione  provvedono alla vigilanza sull’osservanza delle leggi , regolamenti generali e locali relativi alla protezione degli animali, alla difesa del patrimonio zootecnico, faunistico ed alla tutela ambientale.

Le competenze delle Guardie non consistono  esclusivamente nella prevenzione e repressione dei reati, ma anche e soprattutto nella promozione e educazione ad un sano senso di zoofilia ed alla ecologia intesi come convinto e civile rispetto degli animali e dell’ambiente.

Le Guardie della G.E.N. che hanno acquisito i vari riconoscimenti, durante l’espletamento dei propri compiti d’Istituto sono Pubblici Ufficiali e le Leggi attuali riconoscono alle  stesse, funzioni di Polizia Giudiziaria ed Amministrativa.

Le Guardie G.E.N. inoltre, devono essere obbligatoriamente Soci Operatori della GUARDIA ECOZOOFILA NAZIONALE e garantire con impegno sottoscritto, la propria adesione ed accettazione delle norme Statutarie e del Regolamento Nazionale (senza nessuna distinzione tra il Corpo delle Guardie ed il Reparto di Protezione Civile), che ne dottrina il servizio e la rispettiva condotta.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Nella giornata del 18 ottobre 2018 l'Acquedotto Pugliese effettuerà dei lavori di riparazione sulla condotta di alimentazione che causeranno la sospensione della fornitura del servizio idrico su tutto il territorio del Comune di Salice Salentino.

L'intervento partirà dalle ore 8,00 del mattino e si protrarrà sino alle ore 16,00 del pomeriggio. 

I miglioramenti riguardanti il servizio nell'abitato di Salice Salentino porteranno alla chiusura di tutti i plessi delle scuole comunali di primo e secondo grado.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

25 comuni facenti parte delle Province di Lecce, Brindisi e Taranto, riuniti nel “Consortium GROWS”, hanno ottenuto un finanziamento da 55 milioni di euro per la riqualificazione energetica di una vasta area del Salento.

E' proprio attraverso il progetto Green Revolution Of Wealth in Salento (Rivoluzione Verde per la Ricchezza del Salento) che i partecipanti beneficeranno del programma di assistenza tecnica e finanziaria E.L.EN.A. (European Local Energy Assistance) attivato dalla Commissione Europea in collaborazione con la Banca Europea per gli investimenti (BEI).

Il “Consortium GROWS”, che ha come capofila Campi Salentina, quindi beneficerà di finanziamenti rivolti all’efficientamento energetico di edifici pubblici fino al raggiungimento del livello Nzeb (near zero energy buildings), a bassissimo impatto ambientale, e all’efficientamento dell’illuminazione pubblica finalizzati al risparmio energetico e all’abbassamento delle emissioni di CO2, come stabilito dai criteri di Europa 2020.

Un’occasione unica e straordinaria per consentire ad una vasta area del Salento un salto di qualità dal punto di vista energetico, ma anche e maggiormente per rilanciare un settore economico innovativo e fondamentale grazie a partenariati strategici pubblico-privati che potranno godere dei vantaggi finanziari offerti da un programma come E.L.E.N.A.

Il Vicesindaco di Salice Salentino, Mimino Leuzzi, soddisfatto, dichiara "Ci impegniamo quotidianamente per far arrivare a Salice quanti più finanziamenti possibili e ci stiamo mettendo anima e cuore. Dopo la rigenerazione urbana la notizia inerente al progetto GROWS non può che renderci felici. Dal primo momento lavoriamo duramente per dare a Salice sempre di più"

L’Amministrazione Comunale di Campi Salentina terrà presso la propria Sala Consiliare mercoledì 17 ottobre p.v. alle ore 16,00 una conferenza stampa per illustrare l’enorme potenzialità del progetto e rendere partecipi i cittadini di tutti i comuni associati della grande occasione di “rivoluzione verde per la ricchezza del Salento”.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Riflessioni del Presidente Durante all’indomani delle giornate di approfondimento sulle politiche di sviluppo dei FLAG e sulla pesca sostenibile

Cinque giorni intensi di studi, approfondimenti e riflessioni per un’unica Strategia di Sviluppo Locale che punti alla valorizzazione della pesca sostenibile e su quanto può offrire il mare a sostegno della nostra economia.

Prima a Cetara ed Amalfi i rappresentanti di oltre 53 FLAG (Fisher Locale Action Group) provenienti da tutta Italia si sono ritrovati per discutere dello sviluppo di un settore strategico quale è quello della pesca, analizzando strumenti e metodi per la valutazione performante afferente alle strategie individuate dai FLAG. L’evento ha rappresentato una importante occasione per fare il punto sulla situazione attuale e su quanto le risorse Comunitarie messe a disposizione possono incidere positivamente sulla crescita di un settore ritenuto una volta l’anello debole del sistema, mentre oggi riveste sempre più un ruolo rilevante.

La presenza di tutta la filiera Istituzionale ha rappresentato una ulteriore tappa nel percorso di rafforzamento del rapporto di collaborazione tra i vari livelli istituzionali coinvolti, i quali hanno condiviso la necessità di approfondire la situazione generale che presenta luci ed ombre e, prendendo atto che dove in alcune zone di pesca sono state elaborate strategie di sviluppo locale, si sono moltiplicate le opportunità cercando di mettere in campo ogni utile azione per continuare a creare le condizioni affinché le comunità possano costruire nuove fonti di reddito guardando così alla diversificazione del settore.

L’auspicio venuto fuori è quello di continuare a lavorare insieme con passione, rinnovato impegno slancio e stimolo per meglio orientare le scelte strategiche che i portatori di interesse generale suggeriscono e che vanno innanzitutto in un’ottica di “cambio di mentalità” guardando alla cooperazione interterritoriale quale obiettivo strategico e nella consapevolezza che serve consolidare una strategia comune che metta in rete i FLAG del Tirreno, dello Jonio e dell’Adriatico per costruire politiche di azione comune in tema pesca.

Dopo Cetara nei giorni successivi in Terra d’Arneo a Porto Cesareo tre partner importanti FederParchi, Alleanza Cooperative e GAL sono riusciti a mettere insieme intorno ad un tavolo di lavoro, i responsabili delle diverse Aree Marine Protette (AMP) provenienti da diverse Regioni Italiane, gli organismi rappresentativi dei Pescatori, i rappresentati dell’Università e del MIUR e delle associazioni Ambientaliste alla presenza, del Direttore Generale della Pesca del MIPAAFT e Capitanerie di Porto per avviare una approfondita riflessione sulla gestione delle AMP sui rapporti tra Enti e Pesca Professionale.

E’ stato un momento di ascolto molto importante dove si è riusciti a mettere a confronto le diverse esperienze di pesca sostenibile, significando quanto la pesca professionale e la piccola pesca costiera rappresenti una grande opportunità per lo sviluppo sostenibile integrato delle nostre marinerie con la relativa e consequenziale valorizzazione del territorio.

Nell’ambito della Misura 19.4 il Gal Terra d’Arneo ha ritenuto necessario collaborare attivamente all’organizzazione dell’evento in funzione del fatto rilevante di aver adottato nella redazione del proprio Piano di Azione Locale, in accordo con la Regione Puglia, un approccio plurifondo (FEASR + FEAMP) ed avendo acquisito il territorio di competenza dell’area ex GAC Jonico salentino e chiamato ad avviare , nell’area di competenza, attività di gestione e coordinamento come previsto dalla Politica comunitaria della Pesca e ribadito dalla Rete FARNET la quale ha stabilito con chiarezza il ruolo dei F(LAG) nell’attuazione dello sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD) e nell’avvio di modelli di co-gestione locale.

Ed in virtù di ciò dall’evento è scaturita la necessità di essere tutti insieme interpreti delle tante preoccupazioni esistenti superandole attraverso il dialogo continuo tra tutti gli attori interessati nell’attuazione di un progetto comune guardando con attenzione ad un sistemico e più regolare coinvolgimento dei pescatori nel “cambiamento di mentalità” spronando sempre più verso una cultura della collaborazione all’interno di tutto il settore e non solo.

E’ emerso con forza il sentirsi tutti “Agenti di supporto per il settore ed Antenna Locale” promuovendo la multifunzionalità ed una integrazione verticale al fine di tutelare e promuovere le risorse identitarie supportando ed orientando verso la creazione sempre più forte di legami intersettoriali con il preciso obiettivo di sostenere il settore nell’innovazione dello stesso ed un doveroso ricambio generazionale.

Sono state giornate intense, ma certamente utili per il risultato raggiunto che è innanzitutto quello di essere riusciti nello scopo di far dialogare i tanti soggetti che, con grande senso di responsabilità, hanno compreso che la valorizzazione di un settore così importante quale è quello della pesca può produrre ottimi risultanti in termini economici e di valorizzazione dei diversi territorio .

Ovviamente, bisognerà necessariamente continuare a lavorare sempre più per la massima integrazione delle risorse tra terra e mare incentivando la diversificazione delle attività consolidando sempre più processi che guardano alla sostenibilità

Cosimo Durante

Presidente GAL Terra d’Arneo

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Domenica, 03 Giugno 2018 09:52

Leverano lavori su condotta AQP terminati

Scritto da

LEVERANO – In questi giorni la rete idrica leveranese ha subito dei cali di pressione e in alcune abitazioni, l’acqua è venuta a mancare completamente. Disagi anche a Copertino.

Nella giornata di giovedì Acquedotto Pugliese ha effettuato dei lavori di bypass di una condotta idrica principale (da località Zanzara a Leverano), per agevolare i lavori di costruzione di una condotta di fogna bianca del diametro di circa un metro. La condotta idrica serve i comuni di Leverano e Copertino. Questi lavori avrebbero dovuto portare a una riduzione momentanea della pressione idrica. Il Comune di Leverano, oltre che da questa condotta, è servito anche da un’altra che però non è sufficiente a garantire pressione sufficiente a tutto il territorio comunale. Raggiunto telefonicamente il Sindaco di Leverano, Marcello Rolli, ci ha spiegato la dinamica di questa serie sfortunata di eventi che ha portato grossi disagi ai leveranesi.

“Giovedì poco dopo il termine dei lavori, l’intervento è saltato. I tecnici di AQP hanno ricominciato la lavorazione e hanno terminato intorno alle 12.00 dell'altro ieri, venerdì.” – dice il sindaco. Questo però non è bastato, infatti, l’acqua ha cominciato a scarseggiare nuovamente “intorno alle 21-22 della sera. Infatti, per la seconda volta, l’intervento di bypass effettuato dai tecnici di AQP è saltato e l’altra condotta non riusciva a coprire tutto il territorio” – continua Rolli. La squadra dei tecnici AQP, allora, torna sul cantiere. Svuota lo scavo dall’acqua, raggiunge la condotta e si rimette a lavoro, terminando i lavori intorno alle 13.00. Ieri mattina, il Sindaco afferma di aver preso contatti con tutti gli organi competenti (Prefettura, Vigili del Fuoco, AQP) per chiedere le autobotti, che arrivano intorno alle 13.30. Rolli precisa che i lavori alla rete idrica comportano che le valvole dell’acqua dopo un intervento vanno riaperte un po’ alla volta, quindi, la pressione ci mette un po’ per tornare alla normalità. Ora l’allarme è rientrato ma davanti alla sede del Municipio, per precauzione, resterà un’autobotte di acqua potabile fino a oggi. Il sindaco ci tiene a precisare che per tutto il tempo alcune delle fontanelle pubbliche e il Comando di Polizia Municipale hanno potuto erogare l’acqua.

Non sono mancate le polemiche da parte dei leveranesi, sui social. “Dovevo seguire l’emergenza, comprendo le critiche ma non accetto le strumentalizzazioni”.

Per Rolli “AQP non ha considerato in maniera puntuale l’importanza della condotta centrale” non dando al Comune la possibile di “garantire un’informazione puntuale alla cittadinanza e elementi per fronteggiare l’emergenza” – afferma – “c’è da dire, però, che AQP sa bene come si fanno questo tipo di lavori e ringrazio i tecnici e gli operai che hanno lavorato sotto il sole e il caldo per far tornare alla normalità la situazione.”

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Giovedì, 24 Maggio 2018 11:06

GAS RADON - Killer Silenziono

Scritto da

Il Radon è una gas nobile radioattivo naturale, che fa parte della grande famiglia delle Radiazioni Ionizzanti, che si forma come prodotto del decadimento dell’uranio naturalmente presente nel suolo.  Il radon è ritenuto un "killer silenzioso”: è un cancerogeno certo per l’uomo, ma raramente se ne parla e difficilmente si è consapevoli del rischio; esso costituisce la seconda causa di cancro al polmone dopo il fumo di tabacco.

L’esposizione a questo inquinante ha luogo negli ambienti confinati di vita e di lavoro e varia in funzione di numerosi fattori quali la natura del suolo, l’area geografica, la tipologia di edificio, l’assetto impiantistico ecc. 

L’adozione di iniziative da parte di singole Regioni, in relazione al Piano nazionale radon del Ministero della salute, favorisce l’attenzione nel nostro paese a questo importante fattore di rischio per la salute

Nella Regione Puglia è stata emanata la Legge regionale 3 novembre 2016, n. 30 "Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas 'radon' in ambiente confinato". 

Giovedì 24 maggio alle ore 18.45 presso il Centro Polifunzionale di Salice Salentino, si parlerà di questo pericoloro GAS Naturale.

L'evento, organizzato da PMItalia in collaborazione con il Comune di Salice Salentino, nasce dall'iniziativa del consigliere Avv. Marco Ligori che alla nostra redazione ha dichiarato: "l'iniziativa rientra in un percorso informativo diretto alla cittadinza, commercianti, aziende e professionisti per una maggiore comprensione del problema e per le azioni da intraprendere qualora vi fosse accertata la presenza di gas radon. E' importante conoscere gli elementi negativi che insistono nel nostro ambiente lavorativo e quotidiano al fine di non compromettere la nostra salute."

Come spiegheranno gli esperti durante il convegno, una volta accertata la presenza di Radon, si può diminuirne la pericolosità con una serie di azioni di rimedio:

- depressurizzazione del terreno;

- aerazione degli ambienti;

- aspirazione dell’aria interna specialmente in cantina;

- pressurizzazione dell’edificio;

- ventilazione forzata del vespaio (es. realizzato con l’uso di elementi tipo ‘Iglù’);

- impermeabilizzazione del pavimento;

- sigillatura di crepe e fessure di muri e pavimenti contro terra;

- isolamento di porte comunicanti con le cantine.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Si svolgerà domani 16 Maggio la manifestazione dedicata alla Giornata della Terra dal titolo “Ricominciamo da Salice” organizzata dall’Amministrazione Comunale e dal Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze dell’Istituto Comprensivo di Salice Salentino.

Il rispetto dell’ambiente, il  riciclo dei materiali e la salvaguardia delle risorse naturali della Terra sono i temi su cui verterà l’intera manifestazione che vede coinvolti tutti i plessi scolastici. L’iniziativa, infatti, coinvolge i bambini delle scuole dell’infanzia statali di via Manzoni e Marzabotto e della scuola dell’infanzia paritaria “Sacro Cuore” con il progetto “Cortile Fiorito” che prevede la piantumazione, nelle aiuole, di piante da fiore.

"Nata il 22 aprile del 1970 l’Earth Day (Giornata della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta per promuoverne la salvaguardia. Anche Salice decide di dedicare una giornata per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra, trasformandola in un avvenimento educativo ed informativo atto a valutare le problematiche della nostra Comunità e teso anche a denunciarne le criticità per una responsabilizzazione individuale e per trovare tutti insieme possibili soluzioni.

Ringrazio tutto il CCReR e il corpo docente che con tanto impegno hanno sponsorizzato questa lodevole iniziativa. Un grazie anche e tutti coloro che hanno accolto l’invito a prendere parte alla manifestazione e per l’apporto che vorranno dare.

Sviluppare la cultura di una green economy è fondamentale per dare ai nostri ragazzi e alle future generazioni un ambiente più sostenibile.”  dice l'assessore ai servizi sociali Paola Galizia

I ragazzi del CCR e R inoltre si sono cimentati nella realizzazione di un  video e di lavori realizzati con materiale di risulta, che verranno esposti nella mattinata del 16 presso il Centro Polifunzionale.

Il programma della giornata, infatti, prevede il raduno alle ore 8.00, presso la villetta del Convento “Madonna della Visitazione”, per la piantumazione di un albero, e un incontro dibattito, presso il Centro Polifunzionale, con esperti sulle tematiche ambientali.

Prenderanno parte alla manifestazione la Prof.ssa Maria Antonietta RUCCO, referente Provinciale UNICEF, il Dott. Giuseppe SCANDONE, Esperto Ambientale dell’ Ass. AISA Puglia, la giornalista reporter Dott.ssa Fabiana PACELLA, il Dirigente Generale della Guardia Eco Zoofila Nazionale Fabio MACI e i rappresentanti della Stazione Carabinieri Forestale di Lecce.

La nostra amministrazione, da subito, si è spesa al fine di sensibilizzare la cittadinanza verso la tutela delle nostre peculiarità e risorse agricole. La cura dell’ambiente ne è parte integrante.

Riteniamo che la scuola e i nostri ragazzi debbano essere tra i punti di interesse e riferimento dell’azione amministrativa. Anche per questo motivo, tra i primi atti adottati subito dopo il nostro insediamento, abbiamo voluto ripristinare il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze affinché i nostri giovani siano i primi protagonisti di ciò che accade nel nostro paese. Sarà una bella manifestazione che arricchirà tutti: docenti, amministratori e ragazzi” sottolinea il Consigliere Marco Ligori, delegato all’Istruzione.

L’incontro verrà moderato dalla Dott.ssa Emanuela DE BLASI

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Gallipoli e la Terra d’Arneo nel circuito del turismo crocieristico di qualità

Cosimo Durante: “Avvio della collaborazione per accreditare il porto di Gallipoli ad accogliere il turismo crocieristico”

Si torna a parlare di turismo crocieristico in Terra d’Arneo. Dopo l’incontro svoltosi lo scorso settembre nella città di Gallipoli, si concretizza  sempre di più il progetto che vedrà la compagnia crocieristica leader nel comparto marittimo, Bassani Group, approdare nella Città Bella per poi avviare iniziative di promozione oltre che della costa anche dei Comuni dell’entroterra. L’iniziativa sarà sostenuta da una campagna di marketing ed adeguamento dei servizi necessari curata da esperti di settore e svolta in stretta collaborazione con le autorità locali.

A farsi portavoce di questa istanza il Presidente del GAL Terra d’Arneo, Cosimo Durante, ed il suo impegno per l’avvio di percorsi di destagionalizzazione che possano garantire presenze turistiche durante tutto il corso dell’anno e nell’intero comprensorio di Terra d’Arneo.

Si tratta di definire soluzioni più appropriate in linea con le esigenze del territorio e con le sue peculiarità – afferma Durantee di definire la giusta collaborazione tra municipalità, Autorità portuali e compagnie crocieristiche. Sono pertanto convinto che una buona politica di gestione possa garantire ottimi risultati per questo territorio”.

“Ne abbiamo parlato tanto e finalmente possiamo dare un riscontro concreto alla città - dichiara Stefano Minerva, Sindaco di Gallipoli. Gli incontri preliminari con i vertici della compagnia crocieristica Bassani Group grazie al prezioso supporto del Presidente del GAL Cosimo Durante stanno portando a risultati tangibili. Continueremo a lavorare duramente per dare la giusta accoglienza a chi approderà sulla nostra meravigliosa terra: ci crediamo tanto, ci crediamo fino in fondo.”

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Venerdì 11 maggio 2018, Castello Acquaviva – ore 19.00

Un nuovo incontro per promuovere la massima diffusione delle opportunità del PSR Puglia 2014/2020 ed, in particolare, del progetto di sviluppo locale “Parco della qualità rurale Terra d’Arneo” che interessa i Comuni ricadenti nell’area del GAL Terra d’Arneo. Un incontro aperto ad istituzioni, imprese e cittadini chiamati a confrontarsi con il tema dell’integrazione tra aree interne ed aree costiere, puntando sul turismo sostenibile legato al mondo delle produzioni tipiche di qualità e della pesca.

Una scommessa importante soprattutto alla luce del nuovo assetto territoriale che vede partecipare alla Strategia del Gruppo di Azione Locale ben 12 Comuni dell’area jonico salentina. Oltre a Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Guagnano, Leverano, Nardò, Porto Cesareo, Salice Salentino e Veglie, già presenti nella passata programmazione LEADER, vi faranno parte anche le municipalità di Alezio, Galatone e Gallipoli. Un territorio più ampio ma dalle caratteristiche omogenee, dove insistono numerose opportunità, legate in particolare al prezioso patrimonio costiero e all’attrattività del sistema naturale, culturale e delle produzioni di eccellenza che caratterizzano i centri dell’entroterra, e grandi sfide, legate alle necessarie azioni di salvaguardia e alla sperimentazione di virtuosi modelli di gestione. Altra novità è l’approccio plurifondo con cui il GAL agirà parallelamente con fondi FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale) e FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) al fine di guidare il territorio verso una crescita integrata, sostenibile, intelligente.

Tre le Misure da cui attingere, per un totale di 12 Interventi e 8,106 milioni di euro da investire sul territorio.

Prossimo appuntamento a Nardò, venerdì 11 maggio p.v. alle ore 19.00, presso il Castello Acquaviva in Piazza Cesare Battisti.

Ad aprire l’incontro i saluti delle autorità di Nardò, il Sindaco Giuseppe Mellone e l’Assessore Giulia Puglia. Introduce la presentazione del Piano l’intervento dell’Assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone. Ad entrare nel vivo dei contenuti del Piano di Azione Locale 2014/2020 il Presidente del GAL, Cosimo Durante, il Prof. Stefano De Rubertis, direttore del Dipartimento di economia all’Università del Salento e il Presidente dell’Ordine degli Agronomi, Rosario Centonze. Modera gli interventi il Direttore del GAL, Giosuè Olla Atzeni.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

L’Amministrazione Comunale in collaborazione con PRO LOCO, Associazione Culturale Salic'èAssociazione SMILE e Monteco S.P.A., promuove e organizza la "I Giornata Ecologica Salicese"  dedicata alla pulizia spazi a verde e alla raccolta dei rifiuti sparsi sul territorio salicese.

L’iniziativa mira a sensibilizzare la cittadinanza sull'importanza di rispettare e mantenere puliti gli spazi pubblici. Un'azione di sensibilizzazione e di cura del territorio, di rispetto per l'ambiente. L’obiettivo principale non è quello di ripulire il territorio dai rifiuti che molti incivili abbandonano, ma di dare un segnale e di spazzare via oltre alla sporcizia anche l’incuria e l’indifferenza.

Il ritrovo avverrà presso il Palazzo Municipale alle ore 8,00 di sabato 17 Marzo.

"L’iniziativa rappresenta un approccio del tutto lodevole ed esemplare di come sia possibile, all'interno di una comunità, assumere ed elevare a pieno rango di cittadinanza quel senso di corresponsabilità sociale, connotato da serietà, impegno e dedizione civica, finalizzato a promuovere e diffondere all'interno dell’intera popolazione la coscienza di comportamenti virtuosi e di stili di vita eco-sostenibili, che sappiano interpretare l’ambiente ed il territorio, la nostra prima grande casa comune, come inestimabile patrimonio della collettività, condizione inderogabile ed irrinunciabile del nostro agire individuale e sociale." dichiara il Sindaco Tonino Rosato "Tutti siamo chiamati in prima persona a contribuire al mantenimento e miglioramento del decoro urbano e alla diffusione di una cultura di rispetto per l’ambiente."

In caso di pioggia la giornata ecologica sarà rinviata a Sabato 24 Marzo.

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 1 di 9

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi149
Ieri242
Questa Sett.3032
Questo Mese5589
Totale1482864

Sabato, 20 Ottobre 2018 19:02

Chi è on line

Abbiamo 144 visitatori e nessun utente online