Attualità
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Attualità

Attualità (1108)

Salice, sali-ce, salic'è, salicè, salicé, salice salentino, salento, informazioni, lecce, portale, associazione, cultura, sport, attualità, fotografia, ricette, ricette del giorno, ricette antiche, sport, calcio, bocce, torneo, acsi, campionato,

Giovedì 2 febbraio, presso il centro parrocchiale “Don Mario Melendugno”, a Salice Salentino, si è tenuto un meeting, che trattava come argomento della serata il progetto “GENEO”. Il Geneo è un importante progetto di ricerca scientifica presentato dalla LILT di Lecce,denominato Sistemi di valutazione di diagnosi precoce delle correlazioni tra GEnotossicità dei suoli e NEOplasie in aree a rischio per la salute umana. Per relazionare di questo progetto era presente il dott. Giuseppe Serravezza, oncologo e presidente della LILT di Lecce e il dott. Giovanni De Filippis, direttore del dipartimento dell'Asl di Lecce. Con questo progetto ha affermato il dott. Serravezza si intende accertare un eventuale nesso significativo tra fattori di rischio presenti in loco e sviluppo abnorme di patologie oncologiche nella popolazione. Infatti seppur il Salento non è stato un luogo altamente industrializzato nel corso della storia, a pochi passi erano presenti delle realtà abbastanza dannose, come l'ILVA a Taranto e Cerano a Brindisi, sia per l'ambiente che per l'uomo e quelle microparticelle che uscivano dalle maestose canne fumarie andavano a contaminare non solo l'aria ma anche il suolo. Per confermare ciò, è stato dimostrato che in dei campioni di suolo analizzati al giorno d'oggi sono presenti elementi chimici che risalgono a decine e decine di anni fa. La colpa della contaminazione del suolo afferma il dott. De Filippis che non è da attribuire esclusivamente a questi colossi economici e industriali ma anche alle piccole industrie presenti nel nostro territorio, che sono dei “cerini fastidiosi” a causa dello scarso controllo per lo smaltimento dei rifiuti, per poi non parlare dei fenomeni criminali di sversamento di materiale tossico nei terreni abbandonati o in discariche abusive. Con il progetto Geneo si vuole far sapere che ambiente e salute sono due facce della stessa medaglia. A questo progetto che ora si torva in una fase di start-up parteciperanno 32 comuni della provincia di Lecce, scelti dalla LILT in seguito a degli studi, interessati da alto, intermedio e basso rischio di neoplasie. Successivamente vi potranno accedere le altre amministrazioni con un contributo di 1500,00 euro, proposta che è stata fatta anche al comune di Salice Salentino, da parte di altri movimenti politici.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Mercoledì, 01 Febbraio 2017 14:27

EYE, gli occhi del futuro

Scritto da

"Sareste disposti a rinunciare ai vostri occhi?"
Sicuramente a una simile domanda, rispondereste increduli e tutti in coro, con un sonoro e deciso "NO!".
Ma se questa rinuncia servisse ad avere degli occhi rivoluzionari e potenziati, in grado di estendere la vostra vista?

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il 9 febbraio nella Basilica di San Donato a Umbriatico saranno esposti in una mostra ad ingresso gratuito le reliquie (paramenti e oggetti personali) di mons. Faggiano, concessi dalla congregazione dei padri passionisti di Manduria grazie all’opera di Padre Giovanni Marino e Padre Peppe Pane, superiore del Santuario della Madonna d'Itria. Mons. Eugenio Raffaele Faggiano, originario di Salice Salentino, resse la diocesi di Cariati dal 1936 al 1956. Nel piccolo comune del cosentino si mise subito al lavoro e, con grandi sacrifici, restaurò l'episcopio e la cattedrale. Riaprì il seminario di Cariati e per salvaguardare le vocazioni fondò il seminario estivo di Perticaro, nella frazione del comune di Umbriatico. Si ritirò dalla diocesi il 25 settembre del 1956. Faggiano morì a Manduria il 2 maggio del 1960 nel convento dei suoi confratelli passionisti. Inizialmente la salma fu tumulata nella cappella dei passionisti del cimitero di Manduria. Ora il suo venerato corpo si trova a Cirò Marina, al Santuario della Madonna d'Itria, comunità passionista che egli volle vi fosse stabilita appena eletto vescovo della diocesi di Cariati. Introdotta la causa, nel giugno del 1991 si è conclusa la fase diocesana del processo di canonizzazione. L’iniziativa, organizzata dal Comune di Umbriatico in stretta collaborazione con la Parrocchia di San Donato di Umbriatico e curata dall'ufficio comunicazione del comune guidato da Alfonso Calabretta, prevede giovedì 9 febbraio alle ore 9:30 il convegno "Il vescovo Eugenio R. Faggiano e Mons. Alessandro Vitetti, testimoni di fede ad Umbriatico". Evento culturale e religioso in occasione dell'80esimo anno dell'edificazione del seminario vescovile estivo di Perticaro. A tracciare meglio i profili delle due figure, durante il convegno saranno Padre Peppe Pane e Padre Edoardo Caruso. Il 9 di febbraio è anche l'occasione per i fedeli che interverranno in Basilica di acquisire indulgenza parziale. Le reliquie di mons. Vitetti sono stati concessi dall'Associazione "Amici di Don Vitetti" guidata da Franco Mingrone.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Sabato, 28 Gennaio 2017 12:27

La statua della Madonna di Lourdes a Squinzano

Scritto da

La statua della Madonna che gli squinzanesi potranno visitare e adorare presso la Parrocchia Santa Maria delle Grazie fino a venerdì 10 febbraio prossimo, proviene direttamente da Lourdes, il comune francese di grande rilevanza e fama per le apparizioni  di cui sarebbe stata testimone la giovane contadina Bernardette Soubirous, oggi meta di pellegrinaggio e turismo religioso ed è stata benedetta da San Giovanni Paolo II in udienza privata. La statua della Madonna di Lourdes è stata donata  a Padre Gregorio di Lauro, l'attuale parroco del Convento di Squinzano, dall'UNITALSI, l'Unione Nazionale Italiana per il Trasporto degli Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, ed è pronta ad accogliere la scia di fedeli che pregheranno in questi 15 giorni. Un vero cammino di spiritualità per prepararsi alla liturgia dell'11 febbraio, giorno in cui si festeggerà la Madonna di Lourdes, con la Santa Messa e la processione.
Gli orari delle visite sono dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 20. 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Con una delle pellicole più celebri del regista Woody Allen

ANCHE LA BIBLIOTECA DI GALATINA CELEBRA IL “GIORNO DELLAMEMORIA

Sarà proiettato “Zelig”, film del 1983

Lunedì prossimo, 30 Gennaio, alle ore 19, presso la Biblioteca “P. Siciliani” di Galatina (in p.zza D. Alighieri, 51), sarà proiettato il film “Zelig”, di Woody Allen. La serata rientra nelle iniziative organizzate dall’Amministrazione Comunale e dalla “LiberMedia sas” (che gestisce la Biblioteca) nell’ambito del “Giorno della Memoria”.

La scelta di proporre questo film in questa circostanza può apparire certamente inusuale, se non azzardata. L’intento, però, è quello di mostrare al pubblico, attraverso il lavoro di Woody Allen, la capacità della cultura ebraica di voler e saper ironizzare su tutto: anche sulla propria storia, nelle sue pagine più drammatiche. Woody Allen rientra, perciò, a pieno titolo, nella grande tradizione del “sense of humour” ebraico, e questo film ne è un intelligente, acuto ed esilarante esempio.

Nel film (girato nel 1983 e che vede protagonista lo stesso W.Allen, con Mia Farrow), viene raccontata (con taglio apparentemente documentaristico) la vita di Leonard Zelig, detto il “camaleonte”, campione di conformismo. Talmente conformista da assumere ogni volta sembianze, modi, anche professione, simili a quelli dell’interlocutore del momento (diventa nero in mezzo ai neri, un medico in mezzo ai medici, nazista tra i nazisti, e così via). Di lui si prende cura una psichiatra che presto s’innamorerà. Satira al vetriolo, quella di Woody Allen, che riesce a superare anche una bella scommessa “tecnica”: saldare senza apparente soluzione di continuità i brani di cinegiornale con quelli ricostruiti, presentando il tutto sotto forma di report giornalistico.

Questa, a titolo di esempio, è solo una delle tante, folgoranti battute del film: “Ho 12 anni. Vado alla sinagoga. Chiedo al rabbino qual è il significato della vita. Lui mi dice qual è il significato della vita. Ma me lo dice in ebraico. Io non lo capisco, l'ebraico. Lui chiede 600 dollari per darmi lezioni di ebraico”.

La pellicola, dunque, si presenta come una parodia idiosincratica di un documentario degli anni Venti-Trenta. E, sebbene il “documentario” dia tutta l’aria di essere ispirato a fatti realmente accaduti, in realtà la storia è inventata e i personaggi sono fittizi. “Zelig” di Woody Allen può essere considerato come uno dei maggiori esempi di “trasformismo” nell’ambito del cinema.

La vicenda si snoda a partire dal 1928. Leonard Zelig è l’uomo del momento, vittima di un’ignota malattia che si manifesta nella trasformazione psicosomatica dei tratti in conseguenza del contesto in cui l’individuo si trova. Ricoverato in ospedale, Leonard Zelig viene seguito dalla dottoressa Eudora Fletcher, una psichiatra che cerca di scoprire le radici dello strano fenomeno nell’inconscio del paziente. Il “camaleontismo” di Leonard Zelig si trasformerà, però, in una moda: verrà affidato alla sorellastra che cercherà di trasformarlo in un fenomeno da baraccone. La dottoressa Fletcher, tentando di proteggerlo, finirà per innamorarsene. I due decideranno di sposarsi, ma Zelig, turbato dagli scandali montati dalla stampa, fuggirà in Europa. Eudora lo ritroverà a Monaco Baviera, alle spalle di Adolf Hitler, durante un’adunata nazista. Fuggiti dalla Germania, verranno accolti trionfalmente in patria.

Il Leonard Zelig di Woody Allen è un uomo che “non ha un sé, né una personalità. E’ letteralmente l’immagine “proiettata” degli altri, uno specchio che restituisce alle persone la propria immagine”. Queste le parole di Bruno Bettelheim (notissimo psicoanalista austriaco, che nel film interpreta se stesso): “Se Zelig fosse psicotico o solo estremamente nevrotico, era un problema che noi medici discutevamo in continuazione. Personalmente mi sembrava che i suoi stati d’animo non fossero poi così diversi dalla norma: forse quelli di una persona normale, ben equilibrata e inserita, solo portata all’eccesso estremo. Mi pareva che, in fondo, Zelig si potesse considerare il “conformista” per antonomasia”.                                                                                                                                                

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La festa di Sant’Antonio Abate torna ad abitare, con la terza edizione, il comune di Salice Salentino. Evento che si inserisce all'interno delle varie manifestazioni che si susseguono nel Nord Salento nel corso del mese di Gennaio e che riconoscono, nel comune di Novoli, il loro capofila. Dopo diversi anni di assenza è stata promossa nel 2015 dall’Ass. Cult. Emozioni del Salento e dal Comitato Fiera, in Collaborazione con il Comune ed è rinata ,a Salice, una tradizione che apparteneva al nostro paese, ma che si era persa nel tempo.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Mercoledì, 18 Gennaio 2017 21:00

Assegni familiari

Scritto da

I cittadini italiani, comunitari o stranieri extracomunitari, residenti nel Comune di Salice Salentino possono presentare istanza per ricevere gli assegni familiari relativi all’anno 2016.
La domanda va presentata entro e non oltre il 31 gennaio 2017.
Il valore ISEE dell’intero nucleo familiare non
deve essere superiore ad € 8.555,99.
La modulistica è disponibile in ufficio o scaricabile dal sito del Comune.
Per info e chiarimenti sono a Vostra disposizione dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Mercoledì, 18 Gennaio 2017 20:55

Bonus elettrico

Scritto da

Tutti i cittadini di Salice Salentino possono presentare un'istanza per usufruire del bonus elettrico avendo un ISEE pari o inferiore ad € 8.107,5.
Per info e chiarimenti rivolgersi presso l'ufficio servizi Sociali.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Mercoledì, 18 Gennaio 2017 20:48

Ripartono i corsi d'inglese a Salice Salentino

Scritto da

A grande richiesta, dopo il successo dello scorso anno, ripartono a Salice Salentino i corsi di inglese presso la Biblioteca Comunale.
Ogni Martedì dalle 18:45 alle 20:15, corso PET (liv. B1 )
Per info e iscrizioni contattare il numero 328 5977722.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Mercoledì, 18 Gennaio 2017 15:39

UN DECENNIO DI IPHONE

Scritto da

"Oggi Apple reinventa il telefono”.
Fu con queste parole che il 9 Gennaio di dieci anni fa, Steve Jobs presentò lo strumento che più di ogni cosa avrebbe rivoluzionato la storia degli smartphone, l'iPhone.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi201
Ieri202
Questa Sett.201
Questo Mese3696
Totale1458875

Lunedì, 16 Luglio 2018 21:56

Chi è on line

Abbiamo 112 visitatori e nessun utente online